anime – FULL METAL ALCHEMIST: BROTHERHOOD – di Yasuhiro Irie

A cura di Nikechan, Marichan

SCHEDA

Titolo originale: Full Metal Alchemist: Brotherhood
Titolo internazionale: Full Metal Alchemist: Brotherhood
Genere: serie tv – shounen – azione, avventura, azione, fantasy
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Numero episodi: 64 (concluso)
Anno di uscita in Giappone: 5 aprile 2009 – 4 luglio 2010
Tratto: dal manga “Full Metal Alchemist” di Hiromu Arakawa

Director: Yasuhiro Irie
Series Composition: Hiroshi Ohnogi
Character design: Hiroki Kanno
Music: Akira Senju
Studios: BONES

Titolo in Italia: Fullmetal Alchemist: Brotherhood
Anno di pubblicazione in Italia: 2009
Trasmissione in tv: Mtv, Man-ga (Sky)
Censura nella trasmissione televisiva: purtroppo sì, anche se poca
Edizione italiana: edito prima dalla Panini Video, e poi dalla Dynit, in un Box Speciale contenente tutta la serie in Dvd.

Sigle:

SIGLE INIZIALI
“Again” di Yui (eps 1-14)
“Hologram” di Nico Touches the Walls (eps 15-26)
“Golden Time Lover” di Sukima Switch (eps 27-38)
“Period” di Chemistry (eps 39-50)
“Rain” di Sid (eps 51-63)

SIGLE FINALI
“Uso” di Sid (eps 1-14)
“Let it out“ di Miho Fukuhara (eps 15-26)
“Tsunai Da Te” di Lil’B (eps 27-38)
“Shunkan Sentimental” di Scandal (eps 39-50)
“Ray of Light“ di Shoko Nakagawa (eps 51 – 62)

Anime relativi:
1° SERIE – La prima saga di “Full Metal Alchemist” inizia in modo uguale al fumetto, per prendere poi tutta altra strada. Il vero finale della serie tv è nel film.
– “Full Metal Alchmimist” serie tv
– “Full Metal Alchemist: Il conquistatore di Shamballa” film
– “Full Metal Alchemist: Extra” oav
2° SERIE – la seconda saga, al contrario della prima, è molto fedele al fumetto, con lo stesso identico finale.
– “Full Metal Alchemist: Brotherhood” serie tv
– “Full Metal Alchemist: La sacra stella di Milos” film
– “Full Metal Alchemist Brotherhood: Extra” oav

TRAMA

La serie tv di “Full Metal Alchemist: Brotherhood” inizia come la precedente serie tv, ma andando avanti se ne distacca del tutto, con una trama molto fedele a quella del fumetto.

Anno 1910. La storia si ambienta in un universo alternativo dove l’uomo piuttosto che sviluppare altre tecnologie è avanzato nel campo dell’alchimia, la quale viene considerata una vera e propria scienza.
Due fratelli, Edward e Alphonse Elric, vivono tranquillamente in un paesino di campagna soli con la madre. I due dopo aver trovato dei vecchi libri di alchimia del padre (allontanatosi da casa quando i due erano ancora molto piccoli) si interessano alla materia e continuano ad esercitarsi fino ad ottenere buoni risultati.
Ma un giorno Trisha, la madre, muore di una grave malattia che si porta dietro da anni senza aver detto niente ai figlioletti.
I due fratelli, seppur accuditi dalla vecchia Pinako, nonna della loro amica Winry, sentono moltissimo la mancanza della madre e decidono di riportarla in vita con una tecnica chiamata trasmutazione umana, considerata proibita dagli stessi alchimisti.
Ora, c’è una legge alla base di tutta l’alchimia: la legge della conservazione della materia. Essa dice che non si può trasmutare un oggetto dal nulla, c’è bisogno di qualcosa che abbia lo stesso valore dell’oggetto che si vuole ottenere.
I due fratelli quindi hanno raccolto tutti gli elementi che compongono il corpo umano, ma c’è un motivo perché la trasmutazione umana è tabù: tutti gli elementi del corpo umano nelle giuste quantità non bastano per far rivivere una persona.
I due fratelli non solo falliscono, ottenendo nient’altro che un essere che non è nemmeno possibile definire umano; inoltre devono pagare un alto prezzo per la loro azione: Ed perde una gamba e Al perde tutto il suo corpo.
Edward è disperato, non vuole assolutamente perdere il suo fratellino, l’unica persona cara rimastagli: prende un armatura che si trova nella stanza e riesce miracolosamente a trasferire l’anima di Al nell’armatura, ma la sua azione gli costa la perdita di un braccio.
Appena Al si sveglia nel suo nuovo corpo non fa quasi in tempo a rendersi conto del suo stato che vede il fratello in fin di vita.
Di corsa lo porta da Pinako e Winry che lo cureranno.
Una volta ripresi, i due decidono che l’unica cosa che possono fare ora è cercare di riprendersi ciò che hanno perso: i loro corpi. Per fare questo bisogna studiare ancora più a fondo l’alchimia e lo stare in una cittadina così periferica come la loro non aiuterà di certo le ricerche! L’unica soluzione è andare in città: ma Ed è ancora senza un braccio e una gamba… il ragazzo decide di farsi sostituire gli arti mancanti con delle auto-mail (delle particolari protesi di metallo).
Al e Ed danno fuoco alla loro casa e partono per un viaggio pieno di imprevisti alla riconquista dei loro corpi…

IMMAGINI clicca per ingrandire

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Full Metal Alchemist” presente sul sito:

Discussioni sul forum:

Altre opere di Yasuhiro Irie presenti sul sito:

COMMENTI

– Hai visto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

Lascia una recensione

1 Commento on "anime – FULL METAL ALCHEMIST: BROTHERHOOD – di Yasuhiro Irie"

Notificami
Miss_Daddy
Bazarino
Miss_Daddy

Com’è possibile che nessuno ha recensito questo stupendo anime?! No, a parte tutto, lo consiglio vivamente a tutti. Un anime che ti coinvolge fin dall’inizio della storia. Pieno di scene avvincenti, divertenti e fantasiose! Fullmetal Alchemist Brotherhood è indubbiamente il mio anime preferito! Consigliato a tutti :)

wpDiscuz