censure anime – SAILOR MOON – Ultimo episodio

censure anime – SAILOR MOON

Materiale inviato da: MariTigrotta, Glochan.

pokemon1 pokemon3 sm3 sm4
sm5 sm6

Censure dell’ultimo episodio di “Sailor Moon Sailor Stars” (Petali di Stelle per Sailor Moon”)

In questa rubrica troverete le censure secondo per secondo dell’ultimo episodio della quinta serie di Sailor Moon.
Se questo è quello che hanno fatto ad un solo episodio di circa 20 minuti, immaginate cosa succede in un’intera serie… Buona lettura.

ATTENZIONE: l’articolo qua sotto (tranne le “Note di Mari”) è tratto dal numero 82 di Kappa Magazine (Star Comics Edizioni) da uno speciale sulle censure che vi consiglio di leggere.
L’articolo è riportato per fini didattici e non a scopo di lucro, e l’autore può chiederne in ogni momento la rimozione.

29 secondi (dialogo aggiuntivo)
Per quasi tutta la durata della scena iniziale dell’episodio, il narratore parla su immagini che in origine erano sottolineate da un drammatico silenzio.

17 secondi (censura)
Sailor Moon trafigge Galaxia con la sua spada e si vedono alcuni schizzi di sangue. La lama si colora di rosso, mentre si conficca nel corpo della nemica. In Italia queste immagini sono state eliminate, e lo scontro tra le due è inconcludente.

34 secondi (censura)
Sailor Moon si trasforma, perdendo definitivamente l’abito, e cerca di convincere Galaxia che combattere è una cosa stupida. Il dialogo è mantenuto come originale, ma le immagini cambiano completamente sostituite “ripescando” dalle sequenze in cui Sailor Moon indossava ancora l’abito. Per quanto riguarda i tempi, si ricorre anche ad alcuni brutti fermo-immagineNB la nudità di Sailor Moon è assolutamente ‘casta’ poiché un’uniforme colore rosa e l’assoluta mancanza di qualsiasi particolare anatomico fa sembrare in realtà la protagonista vestita con una tuta elastica integrale color carne. Si sono viste immagini molto più esplicite e spinte negli show televisi della domenica pomeriggio (Nota di Mari: e nei quizz), notoriamente realizzati per “famiglie”

40 secondi (censura)
Sailor Moon evoca l’energia che le sarà necessaria per prepararsi allo scontro finale e si lancia verso Galaxia. La versione italiana ‘copre’ le sue innocue nudità ripescando ancora immagini di lei vestita. Quando poi non è possibile, per esigenze di copione, è effettuato un pessimo ingrandimento (completamente sfocato) delle mani vicine al petto che accumulano energia, poi si ricorre ad una sequenza rallentata, e infine un nuovo ingrandimento sfocato e decentrato, per portare fuori campo in basso il seno di Sailor Moon. Due scene sono completamente eliminate per impossibilità d’integrazione: Sailor Moon che spalanca le braccia a figura intera, rivelandosi in tutta al sua nudità, e il ‘volo d’angelo’ che l’eroina compie lanciandosi verso la nemica NB per via delle arbitrarie sostituzioni d’immagini, Sailor Moon appare in maniera alternata con e senza spalline del vestito, lasciando intuire anche a chi non ha mai visto l’episodio integro che qualcosa di strano sia stato fatto ‘dietro le quinte’ dell’edizione italiana.

sailormoon21 secondi (censura)
Sailor Moon cerca faticosamente di continuare ad avanzare verso Galaxia, che nel frattempo la contrasta con scariche d’energia. Tre nuovi ingrandimenti sfocati spediscono fuori campo il seno di Sailor Moon.

NB in questa sequenza risulta definitivamente chiaro a chiunque che Sailor Moon non indossa più l’abito, danneggiando quindi non solo l’integrità dell’episodio ma anche la continuità della trama nella versione adattata. Ci troviamo di fronte, dunque, ad un editing poco professionale e lasciato al caso.

12 secondi (censura)
Il corpo dell’eroina è percorso dalle dolorose scariche d’energia della nemica. Per nasconderle, l’attacco di Galaxia è ripetuto ben tre volte di seguito, e sullo schermo appaiono continuamente i raggi neri della morte per coprire i buchi di tempo. NB nell’edizione originale Sailor Moon è inquadrata per diversi secondi di seguito e urla dal dolore. Nell’edizione italiana, invece, appare per pochi fotogrammi in primo piano, e la doppiatrice ha cercato di sopperire professionalmente alla mancanza dell’adattamento lanciando tre brevi gridolini ogni volta che l’eroina appariva sullo schermo. Dal punto di vista uditivo, quindi, la scena assume l’imbarazzante (e divertente) dimensione simil-erotica. Questo è uno di quei casi in cui un editing poco accurato offusca l’abilità dei bravi doppiatori, rendendo ridicoli e vani i loro impegni e sforzi per offrire un prodotto professionale

9 secondi (censura)
Sailor Moon proietta l’energia del Seme di Stella, irradiando una benefica luce tutto intorno che fa svanire nel nulla le scariche nere dell’avversaria. Per coprire, ancora una volta, il suo corpo nudo, la sequenza viene completamente tagliata. Per recuperare il tempo perduto, in compenso l’adattatore italiano non trova di meglio che inserire una scena già mostrata poco prima, in cui si vede sì Sailor Moon nuda, ma in lontananza!, attaccata da Galaxia, ‘spacciando’ i neri raggi della morte per i raggi benefici dell’eroina! NB pur di mascherare ad ogni costo questo trucco, è addiritturasovrapposto alla scena un primo piano di Sailor Moon pescato nelle sequenze precedenti.

11 secondi (dialogo aggiuntivo)
Il narratore ‘spiega’ e commenta ciò che sta avvenendo, un po’ per paura che i continui miraggi d’immagine abbaino confuso lo spettatore, un po’ per favorire la comprensione al pubblico più giovane, notoriamente considerato dagli adattatori televisi italiani un po’ ritardato.

26 secondi (dialogo aggiuntivo)
Di nuovo il narratore spiega gli eventi in corso, mentre Sailor Moon risveglia la metà buona di Galaxia e libera i Semi di Stella prigionieri.

9 secondi (censura)
Galaxia e Sailor Moon si fronteggiano. La prima si trova in basso a sinistra, mentre la seconda in alto a destra. Per mascherare ancora una volta la nudità della protagonista l’adattore ingrandisce l’immagine…e qui succede il patatrac!!! L’unico effetto che si ottiene è quello di tagliare via i piedi di Galaxia e la testa e le ali di Sailor Moon lasciando perfettamente visibile il suo corpo nudo, immagine fino a questo punto eliminata in ogni modo. Il giochetto si ripete subito dopo, e l’immagine ingrandita e decentrata verso il basso per coprire il seno di Sailor Moon…anche se questo è già abbondantemente coperto dai capelli della stessa protagonista!

3 secondi (censura)
Sailor Moon si dirige verso Galaxia a braccia aperte e sorridente. Nella versione italiana, l’inquadratura è sostituita con quella –ancora una volta ripescata dalla 1 parte dell’episodio – di una mano che si protende verso al nemica.

17 secondi (censura)
Sailor Moon vola verso Galaxia, distruggendo la spada della nemica con la forza dei Semi di Stella, e quando la raggiunge le stringe amichevolmente la mano. Ogni inquadratura in cui appare la protagonista (tranne quando si tratta di un innocuo primo piano) è sostituita a raffica – nell’ordine – : una versione al rallentatore della scena in cui al metà pacifica di Galaxia si risveglia, la mano protesa (usata pochi secondi prima) in dissolvenza incrociata, un ingrandimento del mezzobusto di Sailor Moon per far sparire il seno fuori campo, ancora una volta la mano protesa (è già la terza replica!), sparisce del tutto la bellissima immagine in cui le due avversarie si stringono la mano fronteggiandosi da due lati opposti dello schermo, primo piano al rallentatore di Sailor Moon, primo piano al rallentatore di Galaxia. NB Tutte le scene rallentate descritte qua e più avanti risultano – per ovvie ragioni – a scatti, fornendo l’opinione che i cartoni giapponesi sono stati fatti con poca cura. Lo stesso dicasi per i montaggi forzati e gli ingrandimenti, che peggiorano di molto la qualità dell’immagine.

8 secondi (dialogo aggiuntivo)
L’armatura nera di Galaxia s’infrange, permettendo alla sua metà pacifica di tornare alla luce. Miracolosamente i due corpi nudi delle ragazze non vengono censurati, complice la distanza e le luci psichedeliche, ma per l’ennesima volta il narratore si sente in dovere di spiegare e commentare la fine pacifica dello scontro, la dove in origine c’era solo musica e suoni che sottolineavano alla perfezione cosa avveniva.

52 secondi (censura)
Inizia la parte più clamorosamente rimaneggiata dell’intero episodio. Ora tocca alla sistematica eliminazione di tutte le immagini in cui Galaxia e Sailor Moon conversano a mezz’aria, facendo ipotesi sul futuro che le attende e rammaricandosi per le perdite subite. Per mascherare i molteplici cambi d’inquadratura (di fianco, di sotto, di tre quarti con diversi controcampi e con gesti che aiutano la ‘recitazione’) che arricchiscono il dialogo dal punto di vista reagistico, vengono ripetuti più volte i primi piani delle due, intercalandoli a immagini ‘metaforiche’ ripescate da altri momenti dell’episodio: i semi di Stella liberati, inquadratura di Galaxia di spalle inspiegabilmente sola, ancora con l’armatura e con i piedi ben piantati a terra, più scene a rallentatore della sua partenza, per coprire i buchi di tempo.

46 secondi (censura)
La scena continua subito dopo con Sailor Moon sola che piange per la scomparsa delle compagne combattenti, anche qui a figura intera a mezz’aria. Ma le amiche riappaiono grazie ai semi di Stella liberati, e si pongono in cerchio attorno a lei. Dopodiché appaiono Chibichibi con Mamoru / Tuxedo Kamen (Nota di Mari: ribattezzato in Italia ‘Marzio’ e Milord’…) e Sailor Moon corre ad abbracciare l’amato. A questo punto le censure diventano addirittura umoristiche. Oltre ai continui e ripetuti primi piani di una Sailor Moon piangente (in parte ripescati dalla prima parte dell’episodio) che sostituiscono tutte le inquadrature a mezzo busto di lei che parla con le amiche – più un inspiegabile primo piano di una delle Starlight – l’adattatore sfrutta le poche scene in cui la protagonista è immobile di spalle per piazzarle in sovrapposizione sul sedere un colossale Seme di Stella! Il commovente abbraccio con Mamoru viene tarpato bruscamente e sostituito con un pessimo ralenti a scatti di Sailor Moon che si getta in avanti piangendo.

6 secondi (dialogo aggiuntivo)
Ancora una volta il narratore si sente in dovere di spiegare inutilmente quanto avviene nella scena, e cioè che Chibichibi è tornata da dove è venuta. Chiunque abbia visto la storia dall’inizio può capire perfettamente la situazione anche senza commento, esattamente come previsto dalla sceneggiatura originale.

3 secondi (dialogo aggiuntivo)
Poco prima degli addii Seya Kou si dichiara velatamente a Usagi (Nota di Mari: ribattezzata in Italia “Bunny”…-_-), ma lei, notoriamente un po’ tonta, non capisce bene. Nella versione originale la buffa scenetta si conclude così, mentre nell’adattamento italiano una delle sue compagne svela l’arcano al pubblico. Probabilmente l’adattatore ha pensato bene di equiparare la scarsa intelligenza di Usagi a quella del pubblico, e si è premunito di aggiungere una spiegazione. Per una volta un adattamento diventa addirittura offensivo nei confronti dello spettatore medio.

1 secondo (censura)
Benché si tratti di un solo secondo, è probabilmente una delle censure più pesanti che siano state apportate all’intera serie di Sailor Moon. E’ il momento in cui le Sailor Starlinght si ritrasformano assumendo le loro reali sembianze, cambiando da maschi a femmine. La scena è stata eliminata e sostituita con un ennesimo primo piano di Usagi. (NOTA di MARI: e qui ci vuole una spiegazione. Nell’ultima serie di Sailor Moon le tre Starlight giungono sulla Terra per scappare da Galaxia e ritrovare la loro principessa. Per recuperare le forze e non farsi trovare dalla nemica, si trasformano in tre uomini, cambiano sesso insomma, un po’ come per esempio succede in altre storie, tipo “Ranma ½” -anche se il contesto è diverso-. Il fatto non ha nulla di sconcio o imbarazzante, quando vivono sulla Terra sono uomini, e quando devono combattere si ritrasformano nelle loro vere sembianze femminili. Nel secondo tagliato si vede solo il loro corpo maschile si trasforma in femminile, ma senza particolari anatomici o altro. In Italia tutta questa parte è stata tagliata, e viene data la spiegazione che si tratta di…sei coppie di gemelli! Viene spiegato che quando i ‘tre gemelli maschili’ sono nei guai con il loro poter chiamano da chissà dove le loro ‘gemelle femminili’ che sono guerriere sailor e combattono…….credo non ci siano commenti…, se non che dobbiamo tutto questo a un’unica psicologa che -in barba alla voce di tantissimi appassionati inascoltati – con una sola protesta è riuscita a far censurare tutto. Se vi interessa la storia più dettagliamente, potete trovarla qua)

3 secondi (dialogo aggiuntivo)
Ancora una volta lo stacco silenzioso tra due scene viene coperto dalla voce del narratore che si chiede a se stesso che fine abbiano fatto ‘Bunny’ e ‘Marzio’. Lo avremmo comunque scoperto da soli, dato che la nuova scena seguente riguarda loro.

15 secondi (dialogo aggiuntivo)
C’era da dubitarne? Il nostro servizievole narratore non vuole lasciare l’ultima parola al bacio tra Usagi e Mamoru e alla protagonista stessa che commenta gli eventi accaduti. E così si lancia in un inutile sproloquio di saluto che copre la liberatoria musica di sottofondo, che come una fanfara donerebbe gloria al finale di una serie che- nel bene e nel male – rimarrà storica.NB volendo essere fiscali, bisognerebbe aggiungere al conto la sigla finale ‘speciale’ creata apposta per quest’ultimo episodio e contenente immagini inedite strettamente legate al racconto appena concluso. Ma d’altra parte sarebbe probabilmente chiedere troppo, dato che noi non abbiamo MAI visto le immagini delle sigle originali, che sono probabilmente la parte più bella e meglio diretta di un cartone animato giapponese. Purtroppo a noi toccano solo montaggi di immagini prelevate forzatamente dagli episodi della serie pur di seguire i testi delle sigle italiane. Comunque sia, se vi interessa, si tratta di altri 68 secondi di cui siete stati impunemente privati.

NON E’ TUTTO!
Un buon adattamento non consiste solo in una buona traduzione e nell’evitare sciocche modifiche, ma nel cercare di restituire il più possibile il “feeling” del prodotto originale. Sono in quest’ultimo episodio, pertanto, da segnalare:
1 – la mancanza di tutte le distorsioni audio, soprattutto di quella che fa apparire la voce di Galaxia come quella di un demone
2 – La canzone che si può udire durante il combattimento è stata adattata in lingua italiana, e fin qua tutto bene. Ma perché farla cantare quasi sottovoce da un coro prevalentemente maschile, quando in origine era interpretata da una voce solista femminile squillante? Il risultato, che poteva essere interessante e bello se realizzato con attinenza all’originale, è stato invece un brano che invece rovina e smorza l’atmosfera di battaglia invece di valorizzarla.
3- anche se col tempo ci siamo abituati, ricordiamoci che comunque che tutti i nomi dei personaggi sono stati cambiati.

CONCLUSIONI
In un episodio di circa 20 minuti ci troviamo quindi la bellezza di 6 minuti e 2 secondi di modifiche opinabili, ovvero quasi un terzo della durata totale dell’episodio, è stata arbitrariamente cambiata per seguire regole e gusti che non coincidono con quello dell’opera originale. Di questi, la bellezza di 1 minuto e 41 secondi sono aggiunte di testi e dialoghi assolutamenti inutili, e pertanto non scusabili in quanto effettuate a prescindere dalle leggi riguardanti la tutela dei minori e così via.
Pensando alla quantità di modifiche che sono avvenute solo in questo episodio, avete ora la possibilità di immaginare cosa accada all’interno di un’intera serie.

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi