Censure anime – SAINT TAIL (Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto) – Sara e Mara

SAINT TAIL (Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto)

Materiale inviato da: Tigrotta

sainttail1 sainttail2 sainttail3

SARA E MARA

Il personaggio di Seira è un personaggio chiave in quest’opera. Può non sembrarlo, dopotutto la protagonista è Meimi. Le IMPONENTI forbici di nome Mediaset hanno tagliato alcune scene e modificato i dialoghi, rendendo incapibile l’opera.

La cosa principale da dire è che nella versione italiana il personaggio di Seira è stato sdoppiato in Sara e Mara, la prima migliore amica e compagna di classe, la seconda novizia nella chiesa dell’istituto cattolico frequentato dalle ragazze.
La motivazione è stata perchè in Italia le novizie non possono vestirsi con abiti “civili” ma solo con il vestito da novizia del proprio ordine.

Una cosa che invece non è stata censurata (se no tanto valeva comprare i diritti di questo anime ^^) è che Mara, la novizia, confessa e ascolta i problemi delle persone che entrano nella chiesa, ma…. le suore in Italia NON POSSONO CONFESSARE, quindi l’unica scusa un pò valida per la clonazione di questo personaggio è sfumata.

Questo punto è più una precisazione che una censura, o almeno è la causa di una censura: Mara, confida le confessioni (cosa impossibile!!! è segreto “professionale”) a Lisa. Questa divisione tra Sara e Mara ha fatto si che Lisa parlasse a scuola con Sara (e lei è a conoscenza della sua seconda identità) e poi va da Mara a sentire le confessioni… anche secondo voi non c’è qualcosa che non va??? In un episodio si vede Mara che si aggusta il velo in testa, in realtà è Seira che si era appena vestita da novizia, per parlare con Meimi di un futuro furto.

Infine se Mara e Sara fossero rimaste solamente Seira, quest’ultima saprebbe l’identità di Saint Tail, e di fatto una novizia, o comunque una suora, non può conoscere l’identità di una ladra e non denunciarla, per di più è la novizia a dire alla ladra cosa rubare: per quanto questi furti erano a fin di bene!

Ed ecco il perchè una novizia si “confessa” a una 14enne, senza (per l’Italia) sapere che era la ladra che tutti stanno cercando.

Un ultima censura fatta, non solamente riguardante la nostra novizia ma tutto il convento è il nome di esso: il vero nome del convento è SAINT PAULIA mentre in Italia è stato tradotto con SAINT TAIL, probabilmente per ricordare il nome originale dell’opera… ma dopo tutte queste perle di saggezza di etica hanno chiamato un convento SANTA CODA???????????

Chiedo scusa per il mix di nomi italiani e giapponesi ma era per cercare di far capire meglio la situazione ^^.

sara-mara

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi