made in Japan – L’EPOCA MEIJI

Articolo a cura di La Fallen Angel

L’EPOCA MEIJI 

Nel 1867, dopo una guerra civile contro i fautori della modernizzazione che causò la fine dello shogunato, il giovane imperatore Matsuhito riconquistò la guida formale dello stato. Il nuovo regno venne designato come Meiji (governo illuminato) e ebbe così inizio la restaurazione Meiji che protesse il Giappone dall’imperialismo europeo.
Il governo Meiji intraprese una politica mirata a trasformare il Giappone in una potenza mondiale, con lo slogan fukoku kyohei (“arricchire il paese, rafforzare l’esercito”), e avviò una rapida industrializzazione.
In breve tempo, sia il settore produttivo, e in particolar modo l’agricoltura, sia le istituzioni del paese vennero riformate con una serie di provvedimenti dall’alto. Venne inoltre dato avvio al rafforzamento edll’esercito.
Nel 1889 venne promulgata una nuova costituzione, che prese spunto da quelle europee e statunitense, che lasciò all’imperatore poteri esecutivi e militari ma che spostò a due camere, una dei pari e una bassa, la gestione delle proprietà. Ordinanaze successive spostarono il potere politico verso i militari.
Ebbe quindi inizio un’aggressiva politica estera. Nel 1879 il Giappone rilevò le isole Ryukyu e vi istituì la prefettura di Okinawa. Tra il 1894 e il 1895 con la guerra sino-giapponese la Cina venne sconfitta e il Giappone conquistò la Corea, Taiwan (Formosa) e le isole Pescadores, olte a ottenere un forte indenizzo monetario. Dovette tuttavia riununciare alla penisola del Liaodon (Manciuria mesidionale) a causa di pessioni estere.
Nel 1890 vi fu la riforma del codice civile e penale (secondo il modello occidentale) e del sistema commerciale.
Gli interessi giapponesi in Corea entrarono in conflitto con quelli della Russia, che si stava espandendo a est attraverso l’Asia nordorientale, così nel 1898 venne firmato un trattato per l’indipendenza di questo paese. Nel 1900, in seguito alla rivolta dei Boxer in Cina, la Russia occupò la Manciuria e cominciò a penetrare in Corea. Nel 1904 il Giappone interruppe le relazioni diplomatiche con la Russia e attaccò Port Arthur, nella Manciuria meridionale, dando inizio alla guerra russo-giapponese. Il 5 Settembre 1905, grazie anche alla mediazione del presidente Theodore Roosevelt degli Stati Uniti, venne firmato un trattato di pace che sancisse la spartizione di alcuni territori. Al Giappone fu concessa la penisola del Liaodong, compreso il territorio del Guangdong (Kwangtung), e la parte meridionale dell’isola di Sakhalin, che prese il nome di Karafuto. La Corea fu in breve tempo assoggettata all’egemonia giapponese, fino alla sua annessione formale al Giappone nel 1910.

Cronologia: Epoca Meiji 1867-1912giappone

Restaurazione del potere imperiale.
Trasferimento della capitale a Tokyo.
Modernizzazione del paese con l’introduzione della civiltà occidentale. Fondazione del parlamento

1867 Con la restaurazione del potere imperiale, l’Imperatore Meiji emana un editto che stabilisce il nuovo assetto amministrativo e proclama la sovranità diretta del Trono in tutti i settori dell’attività del governo.

1868 L’Imperatore Meiji redige una dichiarazione di 5 articoli in cui sottolinea la necessità di rispettare la pubblica opinione, sviluppare le relazioni con gli altri paesi e acquisire conoscenze universali. Edo cambia il nome, diventa Tokyo, capitale della nazione.

1869 I feudatari (Daimyo) restituiscono al Trono i loro feudi.

1870 Sparisce la tradizionale divisione in classi (samurai, contadini, artigiani e commercianti). Alcuni membri della classe dei samurai entrano a far parte della nobiltà; altri diventano “shizoku” (discendenti di samurai) ed altri ancora vengono assorbiti dal popolo.

1871 Sparisce la vecchia struttura amministrativa basata sul potere feudale per far posto ad un sistema di prefetture ciascuna delle quali è amministrata da un prefetto nominato dal potere centrale.

1872 Si aprono scuole pubbliche in tutto il paese. Viene inaugurata la prima linea ferroviaria Tokyo-Yokohama.

1873 Il vecchio calendario lunare è sostituito dal calendario solare occidentale. è proibito a tutti di portare armi in città.

1874 Un importante esponente politico, Itagaki Taisuke, chiede al governo di costituire un parlamento eletto dal popolo. è questo il segnale di sollevazione popolare per l’affermazione dei diritti del popolo e la costituzione di un parlamento nazionale.

1877 Scoppia nel Kyushu una guerra civile fomentata da Nanshu Saigo, ma rapidamente domata.

1887 Per la prima volta Tokyo è illuminata con la luce elettrica.

1889 Promulgazione della Costituzione Meiji ispirata al modello prussiano e introduzione di un sistema limitato di suffragio.

1890 Inaugurazione della prima sessione del parlamento nazionale. Entra così in vigore una forma di governo costituzionale.

1894 Conflitti di interessi in Corea determinano lo scoppio della guerra cino-giapponese.

1895 La guerra con la Cina si conclude con la vittoria del Giappone. Circolano a Tokyo i primi tram elettrici.

1896 Il cinema fa la sua comparsa in Giappone.

1899 Entra in funzione il telefono ad Osaka e a Tokyo.

1902 Alleanza anglo-giapponese.

1904 Per impedire alla Russia di estendere ulteriormente la sua influenza in Corea, il Giappone le dichiara nuovamente guerra.

1905 Vittoria del Giappone sulla Russia.

1910 Annessione della Corea.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz