poesie – Scarlett

LEGENDA RATING – Si prega di fare attenzione agli avvisi, per evitare di leggere componimenti non adatti alla propria età e sensibilità.
Dark = tipo di linguaggio forte, violento o volgare
Lime = nella poesia ci sono dei riferimenti sessuali espliciti
Smile! = parodia, comicità

Le poesie originali sono in ordine decrescente, dalla più recente alla più vecchia.

SOLA NEL BUIO

Sola nel buio
nel suo niente
nel suo nulla
mi desto d’improvviso.
Ecco pensieri
parole, sospiri.
Lacrime per un addio
sorrisi nei ricordi
e l’idea di te
costantemente
incessantemente
eccola che riaffiora
nella mia mente
anche se non voglio.
Sussurrare il tuo nome
chiedermi dove sei
domandarmi
cosa starai facendo
pensare con chi sarai
e l’anima si tormenta
Mi volto…
guardo la tua foto
che è lì, accanto a me
ed ecco quell’insieme
di emozioni
che ancora
mi fan scoppiare il cuore,
ma sono sola.

IL CUORE

Il cuore
è il mio suggeritore
egli ascolta
la voce
della mia anima
e parla, infine,
alla mia mente.

LA FOTO

E scattai quella foto per gioco
ed ora è un ricordo
un dolce ricordo
e vorrei ritrovarti lì in quel luogo
adagiato a quella poltroncina
mentre leggi e rileggi quella partitura,
come se attorno a te altro non ci fosse se non solo il nulla
Tu… così assorto, così seducente più che mai

socchiudesti gli occhi
come ad ascoltare le note della tua anima,
nel silenzio il tuo respiro
era come un sommesso motivo,
lessi quella melodia nei tuoi occhi
quando, sospirando, li apristi di nuovo,
era un’ armonia fatta di tonalità alte e basse
che sembrava raccontare
attraverso quei simboli musicali
l’ eufonia di una vita intera.

E scattai quella foto per gioco
ed ora è un ricordo
un dolce ricordo

VORREI

Vorrei riascoltare la tua voce
Avvertire ancora il tuo respiro
sfiorare con un dito le tue labbra
come a disegnarne il loro fine profilo
Vorrei sognare ancora di te
vedere nuovamente il tuo volto
incontrare il tuo sguardo
tuffarmi nel mare dell’eternità dei tuoi occhi
Vorrei respirare ancora il tuo profumo
sentire il tuo forte ma riguardoso abbraccio
avvertire il tuo gentile sorriso
che l’anima mi accarezza
Vorrei posare ancora il capo al tuo petto
Sfiorare con le mie dita il tuo cuore come quella sera…
cogliere la vibrazione di quei palpiti così turbati:
AMARE
Deporre infine il mio cuore tra le tue mani
Provare ogni dolce brivido ad ogni tua cortese carezza
Per poi finalmente gridar al cielo
«NOI»

ANGELO NERO
Note: Dark

Come un Angelo Nero ti sosto accanto
ti guardo nell’oscurità gelida
delle Tenebre Eterne e rido, ti vedo,
lì… in piedi mentre volgi il tuo sguardo atterrito
là, verso un letto parato a lutto
sul quale è allungato un altro giovane uomo
ormai cadavere, col viso di marmo,
le mani di cera incrociate al petto
nel quale il gelido cuore, nessun soffio
nessun respiro avrebbe più animato.
Sì… sei atterrito perché vedi te stesso
sì… sei tu misero infame
ti guardo ma non provo pena alcuna
altro non meriti che la Morte.
Vedo dei rovi, ecco, ti avvolgono
con le loro brillanti spine aculeate
assetate del tuo meschino sangue
che le carni ti squarciano.
Ti sei voltato verso di me
per implorare, speranzoso,
che io ti tendessi la mano
quella mano che ti avrebbe salvato.
Irridendoti ti guardo
«Povero, infame,
frena il tuo sogno,
io non correrò
mai in tuo soccorso»
Berrò in una coppa d’oro e diamanti
il tuo sangue che mi disseterà
E mi farà gioire d’ ebbrezza
Sì la mia vendetta avrà il suo corso.
Agonizza, agonizza pure
agonizza tra indicibili sofferenze
io ti guardo e intanto rido …
vedo il terrore spargersi
sul tuo spregevole volto e gioisco
finalmente gioisco.
Muori, lascia pure questo mondo
Non sei degno di continuar a vivere.

NEL BUIO DELLA NOTTE

Quella fioca luce
illumina, sfuggevole, il tuo volto
dormi sereno
ed io, tacita, ti osservo
senza quasi respirare
temendo che anche un solo mio lieve sospiro
possa disturbare
il tuo tranquillo sonno.
Nel riflesso ti osservo
smarrita ed incredula
come se non mi sembrasse verità
l’averti accanto.
La penombra rende la tua figura
quasi evanescente.
E’ strano sai, ho paura
ho paura che essa
possa farti suo prigioniero
ho paura che al giunger dell’alba
tu, con lei, possa svanire
così come svaniscono i sogni
alle prime luci del giorno nuovo.
Nel buio della notte
protendo verso di te la mia mano
vorrei sfiorati il volto
lambendolo
come un refolo di vento
Lambisce, delicato,
le frasche degli alberi in primavera
ma esito, mi fermo
ritraggo la mano
non voglio disturbar il tuo sonno.
Dormi amore
Dormi.

RISVEGLIO

Svegliarsi
e sentire ancora
il suo profumo
sul cuscino.
Disegnarne con un dito
il profilo
come se lui fosse ancora lì.
Posare il capo
laddove lui ha riposato
e chiudere per un istante
gli occhi
per sognare ancora un po’
nel silenzio di quell’ attimo.
Poi una voce…
Aprire gli occhi
ed incontrare quello sguardo,
quel sorriso,
quel volto che hai sognato,
accorgendoti che, infondo,
lui non è un tuo sogno
ma è la tua realtà
e che non se ne è mai andato.

IL SUSSURRAR DEL SILENZIO

Il sussurrar del silenzio
Ecco… ascoltalo
La sua voce
Giunge in un sospiro
Lo senti lieve tra la brezza del vento
Che spira calmo e tacito
Esso mormora un qualcosa… ma cosa?
Un sogno o una parola soltanto
Un nome o un segreto acennato soltanto
La sua voce giunge in un sospiro o forse…
No, forse neppure giunge
Per quel timore
Che l’orecchio riesca ad udirlo
Perché esso non venga derubato
Della sua purezza
E raggiunga così il cuore,
rilucente della leggiadrìa di quel sussurro.

SOLO TE

La luna che brilla,
nei tuoi occhi si rispecchia
e si riflette come d’incanto
nel cielo del mio cuore
parla di te
parla di noi.
è un sogno che vive.
Alzo gli occhi al cielo
e in questo amore vedo solo te.
la mia vita vive insieme a te lo sai.
Nel mio cuore ci sei tu
nella mia mente il tuo ricordo
e un pensiero adesso vola
nel cielo della notte.
Sai… l’amore è fragile
è una notte di stelle
dove, tra loro, vedo solo te.

VOCE DELL’AMORE

Amabile, avvolgente,
vellutata e carezzevole
soave melodia,
come petali del più bel fiore
vola alla lieve brezza della frescura
la voce tua nella volta celeste
della musica.
Potente ma delicato,
armonioso e toccante
quando canti.
Come nel più bel sogno
sei abile nel donar mille sensazioni.
Stregati sublimi pensieri
giungono alla mente ed al mio cuore
allorchè avverto la tua voce
cantar l’amore ed il sogno
La tua voce…
Anima della musica,
voce dell’amore.
Ricorda… canti e rapisci il cuore.

Lascia un commento