anime – LOVELESS – di Yuu Kou

A cura di Dana

SCHEDA

Titolo originale: Loveless
Titolo internazionale: Loveless
Genere: serie tv – shoujo, azione, shounen-ai, shoujo-ai, fantasy, sentimentale
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Numero episodi: 12 + 6 episodi speciali (concluso)
Anno di uscita in Giappone: 2005
Rete tv giapponese: Tv Asahi
Tratto: dal manga “Loveless” di Yun Kouga.

Regista: Yuu Kou
Character design: Kazunori Iwakura
Music: Masanori Sasaji
Studios: J.C. Staff

In Italia: inedito

Sigle:
Sigla iniziale
“Tsuki no Curse” di Okina Reika
Sigla finale
“Michiyuki” di Kaori Hikita

TRAMA

La storia comincia nel più banale dei modi: una scuola e un nuovo studente appena arrivato, di nome Ritsuka. La dolce Yuiko se ne innamora subito e, spinta anche dalle compagne di classe, azzarda la prima mossa…
Niente di nuovo… se non fosse che tutti gli alunni hanno coda e orecchie di gatto, elementi che scompaiono solo con la maturazione emotiva e sessuale dei personaggi. Ma non è l’unica particolarità: essi sono anche coinvolti in misteriosi duelli a coppie.
Infatti, il nocciolo della trama sono proprio i misteriosi combattimenti di coppia, principio e fine di tutto, che hanno portato Seimei, il fratello di Ritsuka, ad una orribile morte…
MEW!

IMMAGINI clicca per ingrandire

DOPPIATORI

PERSONAGGI – DOPPIATORI ORIGINALI
Ritsuka Aoyagi: Junko Minagawa
Soubi Agatsuma: Katsuyuki Konishi
Yuiko Hawatari: Kana Ueda
Seimei Aoyagi: Ken Narita
Kio Kaidou: Ken Takeuchi
Hitomi Shinonome: Mamiko Noto
Yayoi Shioiri: Jun Fukuyama
Ai Myoushin: Ami Koshimizu
Midori Arai: Motoko Takagi
Misaki Aoyagi: Wakana Yamazaki
Ritsu Minami: Takehito Koyasu
Youji Sagan: Hiroyuki Yoshino
Natsuo Sagan: Mitsuki Saiga
Kouya Sakagami: Rie Kugimiya
Yamato Nakano: Yumi Kakazu
Nagisa Sagan: Sanae Kobayashi
Kinka: Hiroki Takahashi
Ginka: Yui Horie
Goddess (7/Nana): Aya Hisakawa
Katsuko: Emi Shinohara

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Loveless” presente sul sito:

Altre opere di Yuu Kou presenti sul sito:

COMMENTI

– Hai visto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

Lascia una recensione

1 Commento on "anime – LOVELESS – di Yuu Kou"

  Subscribe  
Notificami
Marichan
Staff

– commento di Dana –

CHARACTER DESIGN

I disegni di questo anime, pur essendo semplici e per nulla innovativi ( volti a punta, capelli sul volto, occhi grandi, figure longilinee..etc), sono molto piacevoli e adatti allo svolgimento della trama.
Il protagonista, il dodicenne Ritsuka, ha il volto dolce e malinconico che tutti ci aspetteremmo, gli occhi grandi e spesso pieni di lacrime, tristi.
Soubi, il maschio adulto, è alto, ha lunghi capelli, occhi a mandorla e fuma; più streotipo di così si muore… ma non è forse quello che ci saremmo aspettati da un giovane maschio sessualmente maturo che dice “ti amo” ad un ragazzino?

La parte più interessante (graficamente) dell’anime sono gli sfondi: gli animatori li usano magnificamente. Essi sono che sono molto accurati, e vengono messi in evidenza o quasi evanescenti a secondo del sentimento, della situazione che desidera trattare.

Buona l’animazione.

CRITICA

Pur essendo classificato come shounen ai, non abbiamo scene spinte o estremamente erotiche. Il corteggiamento di Soubi, giovane adulto, verso il dodicenne Ritsuka è condotto con estrema delicatezza (senza perversioni o peggio, come magari qualcuno potrebbe pensare) e l’autrice gioca proprio sulla differenza di età per improntare il nascere di questo amore. La piccola mano di Ritsu nel palmo di quella di Soubi sembra quasi richiamare il rapporto padre figlio. I baci, fra i due, sono molto delicati, semplici, e pur essendo Ritsu un ragazzo forte e risoluto, si aggrappa all’amore di Soubi che lo conforta (ragazzo sfigato) e lo aiuta ad andare avanti nella sua vita cosi difficile.

Importanti nella storia sono i misteriosi combattimenti di coppia, principio e fine di tutto, che hanno portato Seimei, il fratello di Ritsuka, ad una orribile morte.

Nonostante la trama sia un po’ complessa, l’anime riesce ad essere molto coinvolgente variando rapidamente le situazioni, e tenendo vivo l’interesse senza indugiare nè troppo sul sentimentale nè troppo sulla parte combattiva della serie.
Peccato solo che la serie tv prenda in esame solo una parte del fumetto.

Molto appropriata la sigla iniziale, a tratti dolcemente romantica.

La storia si confà a ragazzi (ma soprattutto ragazze ^_^) oltre i quindici anni.