recensione anime – MAI HIME – di Masakazu Obara

A cura di Dana

SCHEDA

Titolo originale: Mai Hime, conosciuta anche come “My Hime”
Titolo internazionale: My Hime
Genere: serie tv – seinen
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Numero episodi: 26 (concluso)
Anno di uscita in Giappone: 2004

Regista: Masakazu Obara
Sceneggiatura: Hiroyuki Yoshino e Hajime Yatate
Character design: Junichi Akutsu (Child e Element – Beecraft) – Kazutaka Miyatake (Kagutsuchi e Orfan)
Musiche: Yuki Kajiura
Mecha Design: Hiroyuki Ookawa
Studio di animazione: Studio Sunrise

In Italia: inedito
Reperibilità: è possibile trovarlo fansubbato grazie al gruppo Manga Dream World.

Sigle:
Sigla iniziale:
“Shining Days” di Minami Kuribayashi
Sigle finali:
1 – “Kimi ga Sora datta” di Aki Misato (ep 1-14 e 16-25)
2 – “It’s Only The Fairy Tale” di Yuko Miyamura (episodio 15)
3 – “Shining Days” di Minami Kuribayashi (episodio 26)

Anime relativi:
Mai Otome (My Otome) – serie tv – storia alternativa
– Mai Otome 0S.ifr – OAV – storia alternativa
– Mai Otome Zwei – OAV – storia alternativa

TRAMA

Mai e suo fratello Takumi sonono in viaggio su una nave per raggiungere la scuola “Gakuen Fuka”. Sulla nave conoscono Yuiji, e la sua perenne innamorata Shiho. Mentre chiacchierano un marinaio segnala una persona in mare. Tutti si danno da fare per recuperare una fanciulla che stringe in mano una grossa spada…
Da questo momento in poi Mai e il fratello vengono catapultati nella strana vita della Fuuka Gakuen ed i suoi misteri.

L’anime, dalla trama veramente complessa, si divide in due parti.
Dalla puntata 1 alla 15 nell’accademia vengono individuate le Hime (o Valkirie), potenti guerriere in grado di materializzare armi e stringere patti con mostri semi-artificiali (Child). Esse sono chiamate a combattere gli Orphans, mostri identici, come struttura, ai Child ma mancanti dell’empatia necessaria per stringere un patto con le Hime.
Fra battaglie e vita scolastica, veniamo a sapere che ci sono due fazioni che si interessano alle Hime: la casa farmaceutica Seears e il Primo Distretto.
Nella prima parte la lotta è rivolta quasi esclusivamente contro la Seears. Nella seconda si svela il volto dell’organizzazione che gestisce la scuola.

IMMAGINI clicca per ingrandire

DOPPIATORI

PERSONAGGI – DOPPIATORI ORIGINALI
Mai Tokiha – Mai Nakahara
Takumi Tokiha – Yugo Takahashi
Mikoto Minagi – Ai Shimizu
Natsuki Kuga – Saeko Chiba
Youko Sagisawa – Akiko Kimura
Nagi Homura – Akira Ishida
Akane Higurashi – Junko Iwao
Yukariko Sanada – Kikuko Inoue
Miyu Greer – Kiyomi Asai
Yukino Kikugawa – Mamiko Noto
Chie Harada – Mitsuki Saiga
Shizuru Fujino – Naomi Shindoh
Haruka Suzushiro – Ryoka Yuzuki
Aoi Senou – Ryoko Shintani
Shiho Munakata – Sakura Nogawa
Akira Okuzaki – Sanae Kobayashi
Yuuichi Tate – Tomokazu Seki

LINK opere collegate all’anime

Discussioni sul forum:
Mai Hime [Anime]

Altri anime di Masakazu Obara recensiti da questo sito:
– Accel World
– Mai Otome

COMMENTI

Hai visto questo anime e vuoi recensirlo, consigliarlo o sconsigliarlo agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!

1
Lascia una recensione

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Marichan Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
più nuovi più vecchi
Notificami
Marichan
Staff

– commento di Dana –

Il character design di questo anime è abbastanza piacevole, anche se ci sono dei personaggi volutamente imbruttiti (per motivi a me sconosciuti, vedi la povera Alyssa e Miyu). A questo proposito noto che il designer deve anche avere problemi con le uniformi, visto che gli studenti sono vestiti più come pagliacci multicolori che come alunni ^^.
Molto accurato il mecha design dei Child e degli Orphans.
Molto bella l’ambientazione della storia.

Chiaramente visto che i combattenti si chiamano “Hime” (significa “principessa” ) o Valchkirie, le protagoniste sono tutte femmine. L’anime ne è infarcito. Direi che gli sceneggiatori/autori abbiano volutamente cercato di focalizzare la storia da un punto di vista prettamente femminile; senza tralasciare però la parte shounen, maschile, fatta di combattimenti piuttosto cruenti e spettacolari.
Molto belle e positive le rare figure maschili che compaiono nella vita delle fanciulle. Essi svolgono il ruolo di sostenitori, amici e amanti delle Hime, rendendosi comunque indispensabili.

Nel suo genere, fantasy, è un anime molto ben fatto e coinvolgente.
La trama, seppure non delle più originali e molto ben sviluppata.
Molto importanza è stata data ai sentimenti interpersonali.

Storie d’amore, di amicizia, antipatie, vita normale e combattimenti. Da vedere!!!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi