anime – YU-GI-OH! – di Kunihisa Sugishima

A cura di TheBattleGalulu

SCHEDA

Titolo originale: Yu-Gi-Oh! Duel Monsters
Titolo internazionale: Yu-gi-oh!
Genere: serie tv – shounen, azione, gioco di carte, fantasy
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Numero episodi: 224 +12 OAV (concluso)
Anno di uscita in Giappone: 18 Aprile 2000
Tratto: dal manga “Yu-gi-oh!” di Kazuki Takahashi

Director: Kunihisa Sugishima
Series Composition: Akemi Omode, Atsushi Maekawa, Jun Maekawa, Junki Takegami, Shin Yoshida, Yasuyuki Suzuki, Tadashi Hayakawa, Yoshiki Sakurai
Studios: Studio Gallop

Titolo in Italia: Yu-gi-oh!
Anno di pubblicazione in Italia: 2003
Trasmissione in tv: trasmesso per la prima volta su Italia Uno, replicato su reti mediaset
Censura nella trasmissione televisiva: sì, tantissima. La versione italiana non si basa sull’originale giapponese, ma sulla versione americana della 4kids, che ha apportato moltissimi cambiamenti (una su tutte? Nella versione giapponese il “cuore delle carte” non esiste!). Le censure sono così tante che vi invitiamo a leggere il nostro dossier sulle censure di “Yu-gi-oh” per una visione completa.
Edizione italiana: mai uscito da noi in dvd

Sigle:

Sigla italiana “Yu-gi-oh” cantata da Giorgio Vanni

Sigle giapponesi:
Opening 1 “VOICE” dei CLOUD e ending 1 “Energizing Shower” di Aki Maeda (episodi 1-48)
Opening 2 “SHUFFLE” di Masami Okui e ending 2 “The Afternoon of that Day” di Masami Okui (episodi 49-80)
Opening 3 “WILD DRIVE” di Masato Nagai e ending 3 “Paradise” dei CAVE (episodi 81-131)
Opening 4 “WARRIORS” di Yuichi Ikusawa e ending 4 “These Overflowing Feelings Don’t Stop” di Yuichi Ikusawa (episodi 132-189)
Opening 5 “OVERLAP” di KIMERU e ending 5 “EYE’S” di Yuichi Ikusawa(episodi 190-224)

TRAMA

La storia di “Yu-gi-oh!” parla di un giovane ragazzo, chiamato Yugi Muto, appassionato di un popolare gioco di carte noto come Duel Monsters; la passione gli è stata passata dal suo adorato nonno nonché suo unico famigliare, che dopo una spedizione in Egitto gli ha anche fatto dono del misterioso Puzzle del Millennio. Dopo che Yugi riesce a mettere insieme tutti i pezzi del Puzzle, è in grado di utilizzare un nuovo potere che gli farà anche conoscere un nuovo prezioso alleato che lo aiuterà a vincere i duelli di Duel Monsters, gioco che pare avere origini addirittura nell’Antico Egitto… Vari sono gli avversari che Yugi si ritrova sul suo cammino, ma il giovane non è mai solo perché al suo fianco ci sono sempre i suoi migliori amici, Katsuya Jonouchi (in Italia Joey Wheeler), Anzu Mazaki (in Italia Tea Gardner) e Hiroto Honda (in Italia Tristan Taylor), senza dimenticare il rivale di sempre, Seto Kaiba, ed il nemico storico nonché compagno di classe di Yugi stesso, Bakura Ryou.

Yu-gi-oh! si articola in diverse stagioni, che contando i filler, arrivano a cinque, più una primissima stagione trasmessa due anni prima della stagione storica, nel 1998, che molti chiamano “stagione 0”, che adatta i primi 7 volumi del manga ed è composta da 27 episodi, questa stagione però non è mai uscita dal Giappone e presenta comunque delle differenze rispetto al manga stesso.
Le altre stagioni sono: Regno dei Duelli (episodi 1-49), Città dei Duelli/Nave dei Duelli (episodi 50-97), Mondo Virtuale/Torre dei Duelli (episodi 98-144), Risveglio dei Dragoni/KC Grand Prix (episodi 145-184) e Principe d’Egitto (episodi 185-224). (Nota: ci sono vari nomi per le serie e non c’è un nome preciso per ogni serie quindi è stato scelto quello “migliore”, ossia quello che riassume meglio la serie in sè)

IMMAGINI clicca per ingrandire

DOPPIATORI

Doppiatore giapponese – Personaggio – Doppiatore italiano
Shunsuke Kazama – Yugi Mutou/Yami Yugi – Massimo Di Benedetto
Kenjirō Tsuda – Seto Kaiba – Lorenzo Scattorin
Hiroki Takahashi – Katsuya Jonouchi (Joey Wheeler) – Simone D’Andrea
Maki Saito – Anzu Mazaki (Tea Gardner) – Debora Magnaghi
Takayuki Kondo (episodi 1-51)/Hidehiro Kikuchi (episodi 53-224) – Hiroto Honda (Tristan Taylor) – Gabriele Calindri
You Inoue (episodi 12-41)/Rica Matsumoto (episodi 50-224) – Ryou Bakura (Episodes 12-41) – Felice Invernici
Tetsuya Iwanaga – Marik Ishtar – Patrizio Prata
Tetsuo Komura – Gozaburo Kaiba – Vittorio Bestoso
Yoshitaka Kaidu – Zorc Necrophades – Mario Scarabelli
Hitoshi Bifu – Akhenaden – Maurizio Scattorin
Junko Takeuchi – Mokuba Kaiba – Irene Scalzo
Tadashi Miyazawa – Sugoroku Mutou – Enrico Bertorelli
Sumi Shimamoto – Ishizu Ishtar
Konta – Rishid Ishtar – Alberto Sette
Jiro Takasugi – Pegasus J. Crawford (Maximillian Pegasus) – Claudio Moneta
Haruhi Terada – Mai Kujaku (Mai Valentine) – Sonia Mazza
Kaori Takagami – Rebecca Hopkins – Tosawi Piovani
Mika Sakenobe – Shizuka Kawai – Giovanna Papandrea ed Elisabetta Spinelli
Ryou Naito – Ryuji Otogi – Gianluca Iacono
Kazunari Kojima – Mahado
Rie Nakagawa – Kisara
Daisuke Namikawa – Ryota Kajiki
Hajime Komada – Keith Howard
Kin Fujii (episodi 2-59)/Yūichi Nakamura (episodi 131-224)- “Dinosaur” Ryuzaki (Rex Raptor) – Luca Bottale
Urara Takano – “Insector” Haga (Brukido) – Patrizio Prata

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Yu-Gi-Oh!” presente sul sito:

Discussioni sul forum:

Altre opere di Kunihisa Sugishima presenti sul sito:

COMMENTI

– Hai visto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

Lascia una recensione

1 Commento on "anime – YU-GI-OH! – di Kunihisa Sugishima"

Notificami
Wizard09
Bazarino
Wizard09

PRESENZA DI LEGGERI SPOILER!
Per quanto abbia atteso questo anime, devo dire che sono rimasto molto deluso di come sia stata gestita la sceneggiatura in questo “remake” della serie manga. Infatti la serie “Yu-Gi-Oh! Duel Monsters”, é un prodotto puramente commerciale che seguendo la storia, punta a mettere in evidenza il gioco di carte creando dei buchi di trama assurdi.
La prima cosa che pensi quando guardi il primo episodio é: “Ma che sta succedendo?” Cioé ci vengono ‘presentati’ il protagonista questi ragazzi che giocano a Duel Monsters senza spiegarci cosa sia il Puzzle Millenario e come mai lui diventi “figo” prima di giocare a carte. Certo, prima di questa serie c’é stata un’altra serie animata che é durata 27 episodi e con un finale aperto; conosciuta universalmente ed ufficiosamente come “Yu-Gi-Oh! Zero”. Seppur si prenda qualche licenza, questa serie spiega l’origine del Puzzle di Yugi e del legame con i suoi amici.
Questa invece ci sbatte i fatti come se fosse fosse logico che i telespettatori sappiano tutti i retroscena. Ma non potevano dedicare almeno una decina di episodi alle origini di questa storia e poi introdurre la saga del Regno dei Duellanti? Come vengono introdotti i personaggi di Seto Kaiba e Bakura é qualcosa di osceno. L’origine della rivalità di Kaiba e l’odio per Yugi, il suo cammino di redenzione e la sua ritrovata umanità (Yugi frantumava la sua anima corrotta in modo che potesse ricostruirla) vengono lasciate in secondo piano, trasformando il tutto in una assurda fuga per ritrovare se stesso. Parliamo di Bakura, “il nemico millenario”. La sua partita RPG del manga dove trasformava Yugi e co. in miniature é stata trasformata in una partitella nel bosco di notte, dove ogniuno giocava con la sua carta preferita. Poi odio le arene dei duelli, nel manga erano delle cabine con un tavolo simile a quello presente nella navicella dell’anime. Era molto più “contenuto”, soprattutto rendeva possibile spiegare come Mokuba potesse aver rubato le stelline di Yugi senza farlo passare per un’ingenuo.
Bandit Kierce e Pegasus morivano alla fine del Regno, eppure vengono fatti ritornare occasionalmente (tra l’altro la scelta di farlo entrare nei Rare Hunter mi ha lasciato perplesso).
A questo proposito un’altro aspetto dell’anime che ha stravolto quello del manga é la questione Duke Devlin. La sua storia é molto più complessa e drammatica. In questa occasione Yugi rimane coinvolto nell’incendio in cui rimonterà il puzzle a rischio della vita.
In pratica, la caratterizzazione dei personaggi viene messa in secondo piano per favorire il gioco di carte e quindi vendere. Dal mio punto di vista, il manga é molto meglio sia a livello di trama che di disegni.

wpDiscuz