recensione libri – LADY OSCAR – I ROMANZI ITALIANI – di Marina Migliavacca

A cura di Marichan

SCHEDA

Dopo il grande successo dell’anime di Lady Oscar (intitolato in originale “Versailles No Bara”, ovvero “Le Rose di Versailles”), il Gruppo Editoriale Fabbri Editori, che aveva già anche pubblicato altri romanzi basati su cartoni animati giapponesi (trovate le recensioni su questo sito) mandò alle stampe nel 1983 e 1984 due romanzi scritti in Italia (e editi solo da noi) sulla vicenda di Oscar.
Il primo è una rivisitazione della storia vista in tv, il secondo invece presenta una trama completamente inventata e non legata alla storia originale.
Titoli:
1 – “Il romanzo di Lady Oscar”
2 – “Il ritorno di Lady Oscar”
Autrice: Marina Migliavacca
Illustrazioni: Daniele Fagarazzi
Genere: Romanzi
Anno di pubblicazione: 1982 – 1983
Paese: Italia
Casa editrice: Fabbri Editori

TRAMA E EDIZIONE

Il primo libro è gradevole. Anche se la storia è stata adattata per un pubblico giovane (cioè censurata) edulcorando e tagliando alcune scene e situazioni (anche se non né capisco il motivo, dato che praticamente tutti gli acquirenti del libro avevano visto il cartone, e conoscevano bene la storia) l’atmosfera richiama quella dell’opera originale.
Ci sono anche delle spiegazioni sui costumi e usi dell’epoca. Nulla di eccepire anche per lo stile di narrazione che (censure a parte) segue abbastanza fedelmente la storia, e si ferma molto a descrivere i sentimenti e stati d’animo dei protagonisti.
La nota dolente del libro sono però le illustrazioni interne: mentre la copertina (realizzata in Italia) è davvero carina, quelle interne sono assai bruttine. Si trattano di immagini tratte dal manga originale giapponese, ma ricolorate e rivisitate dalla casa editrice italiana; e i colori sono davvero assurdi: spesso pieni (senza sfumature), molto accesi e non sempre ben scelti (per esempio, c’è n’è una con un cavallo rosso fuoco!).

Il secondo romanzo, invece, non l’ho trovato affatto gradevole. Mi spiace darne un giudizio così negativo, ma anche vedendolo come una sorta di fanfiction (dato che la storia è stata completamente inventata) risulta avere una trama decisamente assurda, con una Oscar molto diversa caratterialmente da come la conoscevamo.
La storia ipotizza una Oscar sopravvissuta alla Rivoluzione (al contrario di Andrè) che, superato il trauma della morte dell’amato, si ricongiunge con il padre. Addirittura incontrerà il futuro Napoleone, che si innamorerà di lei (!), e anche il conte Fersen che rincontrerà a distanza di anni, le chiederà di sposarlo (dimenticandosi completamente della povera Maria Antonietta…). Oscar rifiuterà entrambi per ricordo dell’amore di Andrè, e il libro si chiude con lei oramai quasi cinquantenne che, sola e stanca della Francia, parte per l’America.
Anche lo stile di narrazione è, per me, peggiorato rispetto al lavoro precedente; c’è meno molta introspezione e descrizione, forse perché non sapevano bene come inquadrare questi personaggi così diversi dall’originale.
Le illustrazioni interne sono disegni realizzati in Italia, non sono brutte, ma permane la scelta di colori abbastanza assurdi.

Per quanto riguarda la confezione, bisogna dire che in entrambi i casi è molto curata: le copertine sono rigide e a lato di ogni pagina c’è disegnato un bocciolo di rosa. La carta è spessa e, nonostante gli anni, resiste e non mi si è ingiallita né rovinata, e le pagine non si sono staccate.

COPERTINE clicca per ingrandire

COMMENTI

Hai letto questo volume e vuoi recensirlo, consigliarlo o sconsigliarlo agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!

1
Lascia una recensione

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Marichan Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
più nuovi più vecchi
Notificami
Marichan
Staff

Il primo romanzo non è malvagio. Certo, non ci troviamo davanti ad un libro che consiglierei a chiunque; ma se siete fan di Lady Oscar, diventa un acquisto che vi può interessare. Se siete curiosi di leggerlo, cercatelo.

Per quanto riguarda il secondo libro, sinceramente non me la sento di consigliarlo. A meno che non volete collezionare quanto più possibile di questa eroina; è davvero un prodotto mediocre, con un’atmosfera e una Oscar decisamente troppo diversi e troppo lontani da quello che conoscevamo. E mentre lo si legge non si può a far meno di pensare (giustamente o meno) che sia stato realizzato solo per scopi commerciali senza metterci un po’ di passione. Insomma, se lo trovate, decidete cosa fare; ma non prendetelo troppo seriamente!

Come gli altri romanzi italiani della Collana, è fuori catalogo: ma si possono trovare nei negozi e aste online; e anche nelle bancarelle e negozi di libri usati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi