libro – NEVE DI PRIMAVERA – di Yukio Mishima

A cura di Mr. Mister

SCHEDA

Titolo originale: Haru no yuki
Autore: Yukio Mishima
Genere: Romanzo
Anno di pubblicazione: 1969
Paese: Giappone
Precede: Cavalli in fuga (Honba)

Titolo in Italia: Neve di primavera
Anno di pubblicazione in Italia: 2009
Casa editrice: Feltrinelli
Traduzione: Liliana Frassati Sommavilla
Pagine: 320
Prezzo di copertina: € 12,00

TRAMA

Matsugae Kiyoaki si trova a vivere agli inizi del Novecento, in un periodo in cui il Giappone è preda di enormi cambiamenti, in continuo bilico tra le antiche tradizioni e la modernità, in un periodo storico che comprende la fine della guerra Russo – Giapponese e che arriva alle porte del primo conflitto mondiale.
Figlio di marchesi appartenenti ad una antica famiglia di samurai, è stato cresciuto nella famiglia aristocratica dei conti Ayakura, vicina alla corte imperiale. In questo modo il giovane, trascorrendo pubertà e adolescenza con Satoko, la figlia dei conti, ha potuto godere di un educazione elitaria. Tale educazione però lo ha reso malinconico e sensibile e orgoglioso e capriccioso allo stesso tempo.
Kiyoaki vivrà dunque i suoi 18 anni alternando la compagnia di Honda Shigekuni, il suo migliore amico, dal carattere maturo in grado di dargli l’appoggio di cui ha bisogno, e Satoko, ormai ventenne, segretamente innamorata del giovane. Nonostante Kiyoaki non si renda inizialmente conto di quello che prova la ragazza e continui a giocare con i suoi sentimenti, l’amore finirà per prevalere.
Nonostante l’aiuto e l’appoggio dell’amico Honda, i due ragazzi dovranno affrontare un mondo adulto ed una società intrisa da ipocrisia e rispetto delle apparenze incapaci di comprendere la loro relazione, finendo per incidere sulla loro storia d’amore.

COPERTINE clicca per ingrandire

CURIOSITA’

“Neve di primavera” è il primo romanzo di una tetralogia: “Il mare della fertilità”. Il protagonista della tetralogia è Shigekuni Honda, che però non assume mai un ruolo di primo piano, limitandosi al ruolo di narratore e di colui che racconta le vicende trattate nei vari romanzi. Infatti, protagonista vero di Neve di primavera è Kiyoaki, di cui Honda è amico. Ogni romanzo è ambientato in periodi ben precisi della vita di Honda, ed in Neve di primavera riguardano il periodo giovanile di Honda.

LINK inerenti alla serie

Altre opere di Yukio Mishima presenti sul sito:

COMMENTI

– Hai letto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

1
Lascia una recensione

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Mr.mister Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
Mr.mister
Bazarino
Mr.mister

In questo romanzo, Yukio Mishima, dà molta importanza alla descrizione dei personaggi e ai loro stati d’animo. Ogni personaggio incarna un tipo diverso di persona che l’epoca moderna, con le sue contraddizioni, ha generato: è così dunque che possiamo vedere nei marchesi la nuova classe borghese forte di una nobiltà acquisita, ma ancora legata alle sue umili origini e che dunque tenta in tutti i modi di uniformarsi alla classe nobiliare e aristocratica cercando di cancellare le origini della classe di appartenenza. Sarà proprio il rifiuto della loro condizione a renderli però inadatti al loro nuovo livello sociale e insopportabili, bigotti, incapaci di comprendere e farsi comprendere dalla vera classe aristocratica. Come conseguenza, Kiyoaki, si troverà in conflitto e schiacciato da due mondi: quello borghese dell’origine dei genitori, da cui è ormai lontano per via dell’educazione aristocratica ricevuta, e quest’ultimo, che lo renderà incerto e combattuto tra la voglia di esaltare il suo ego e i suoi capricci e la voglia di aprirsi agli altri. La famiglia dei conti Ayakura rappresenta la nobiltà decaduta, la classe aristocratica che godeva di ampio prestigio presso la corte imperiale che vede il suo potere lentamente diminuire a causa della modernizzazione e dell’ascesa di famiglie borghesi come quella dei Matsugae, di cui malvolentieri sopporta l’atteggiamento, ma con cui non può fare a meno di avere rapporti. La loro figlia Satoko diventa dunque la raffigurazione della giovane donna che vorrebbe emanciparsi, ma che, costretta a conformarsi alla società, è costretta a rinunciare ai suoi desideri. Infine abbiamo Honda, l’unico personaggio positivo, maturo, che vive la sua vita lontano da entrambi i mondi, di cui ha conoscenza per mezzo dell’amico Kiyoaki. Quello che mi ha colpito del romanzo, è che mi ricorda lo stile di Verga, in cui si sente molto questa contrapposizione tra vecchio e nuovo mondo e delle varie contraddizioni insite nell’emergere dell’epoca moderna. Se volete immergervi in alcuni degli aspetti che caratterizzarono l’inizio del XX secolo giapponese, questo romanzo potrebbe fare al caso vostro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi