videogames – FALLOUT 4

A cura di Marichan

SCHEDA

Titolo originale: Fallout 4
Titolo internazionale: Fallout 4
Genere: videogames – gioco di ruolo, action – azione, post-apocalittico
Piattaforma: Steam, Xbox, PlayStation
Supporto: bluray o copia digitale
Anno di uscita: Novembre 2015 – a fine 2017 uscirà la versione VR
Paese: Usa
Tratto: storia originale
Classificazione PEGI: +18 anni

Produttore: Bethesda Softworks
Pubblicazione: Bethesda Game Studios

Titolo in Italia: Fallout 4
Anno di pubblicazione in Italia: Novembre 2015
Lingua: Doppiaggio italiano
Localizzazione italiana: Synthesis (curiosità: ecco un video intervista sulla traduzione e doppiaggio italiano del gioco)

Trailer, con sottotitoli in italiano

Introduzione in italiano

TRAMA

A inizio gioco di dovrà scegliere se interpretare il marito (Nate) o la moglie (Nora).

La storia inizia la mattina del 23 ottobre 2077 a Sanctuary Hills, un paesino degli Stati Uniti vicino alla città di Boston, a casa di una coppia con un figlio piccolo, Shaun.
Alla porta suona un impiegato della Vault-Tec, che viene a informarti che la tua famiglia è stata ammessa nel Vault 111, il rifugio antiatomico locale.
Pochi minuti dopo, l’allarme avverte che sta per arrivare un attacco nucleare, così non ti rimane che prendere la tua famiglia e correre al rifugio. Mentre scendi sottoterra, vedi un grande fungo atomico, che cambierà per sempre la vita degli abitanti degli Stati Uniti.
Una volta nel Vault, siete tutti invitati a entrare in delle capsule, fatte passare per camere di decontaminazione, ma che in realtà… sono camere di ibernazione.
Comincia così per te e gli altri un sonno di molti anni…
Quando vieni svegliato, vedi dal vetro degli sconosciuti che rapiscono tuo figlio Shaun! Vorresti intervenire, ma non riesci ad aprire la capsula, e anche se stai urlando, vieni congelato di nuovo.
Quando riapri gli occhi, la capsula è finalmente aperta. Il tuo partner è morto. Sono passati 210 anni dalla tua congelazione nel vault, ma non sai quanto sia passato dal rapimento di Shaun.
In un mondo completamente cambiato e post-atomico, dove comunque la gente continua ad uccidersi e farsi guerra, decidi di fare una sola cosa: imbracciare un fucile e trovare tuo figlio, dovunque sia…

IMMAGINI clicca per ingrandire

DLC ED ESPANSIONI

Automatron
Il DLC Automatron è stato rilasciato il 22 marzo 2016. In questo DLC il protagonista si ritrova a fronteggiare il Meccanista, un personaggio misterioso che scatena i suoi robot in tutto il Commonwealth. Aggiunge un nuovo sistema di costruzione di robot e una nuova compagna robotica, Ada.
Wasteland Workshop
Il DLC Wasteland Workshop è stato rilasciato il 12 aprile 2016. Grazie a questo contenuto scaricabile è possibile progettare e piazzare gabbie per catturare creature vive, come predoni e deathclaw. Wasteland Workshop include anche una serie di nuove opzioni di progettazione per i tuoi insediamenti, come illuminazioni al neon, kit di lettere, tassidermia e altro.
Far Harbor
Il DLC Far Harbor è stato rilasciato il 19 maggio 2016. Questa espansione ti conduce alla ricerca di una giovane donna dispersa. Nel isola di Far Harbor è in corso un conflitto tra sintetici, Figli dell’Atomo e gli abitanti di Far Harbor. Numerose nuove missioni, armi, oggetti, insediamenti .
Contraptions Workshop
Il DLC Contraptions Workshop permette di costruire oggetti come manichini,nastri trasportatori e fuochi d’artificio.
Vault-Tec Workshop
Il DLC Vault-Tec Workshop permette di costruire il proprio Vault. Mette a disposizione del giocatore una grotta sotterranea di grandi dimensioni e molti oggetti per costruire riferiti ai Vault, come intere stanze, corridoi, scale e così via.
Nuka-World
Il DLC Nuka-World aggiunge un nuovo luogo, il Parco Divertimenti Nuka-Cola (meta ambita dai cittadini statunitensi nel periodo pre-bellico; diventato una base per 3 tribù di predoni nel post-bellico) aggiungendo anche nuove quest, armi e creature.

DOPPIATORI

Elenco dei doppiatori italiani del gioco
Alberto Olivero
Alberto Sette
Aldo Stella
Alessandro Capra
Alessandro Conte
Alessandro Germano
Alessandro Testa
Alessandro Zurla
Andrea De Nisco
Andrea Failla
Angiolina Gobbi
Antonio Paiola
Barbara Federico
Beatrice Caggiula
Bruno Slaviero
Carlo Decio
Cesare Rasini
Chiara Francese
Claudio Colombo
Claudio Moneta
Claudio Ridolfo
Daniela Fava
Daniele Demma
Danilo Bruni
Dario Dossena
Davide Fumagalli
Davide Lorenzo Palla
Diego Baldoin
Diego Sabre
Domenico Brioschi
Edoardo Lomazzi
Eleni Molos
Elisa Schiroli
Elisabetta Cesone
Francesca Perilli
Francesca Tretto
Francesco Mei
Francesco Rizzi
Gabriele Calindri
Giovanni Battezzato
Giuliana Atepi
Giuliana Nanni
Greta Bortolotti
Ilaria Egitto
Iolanda Granato
Jenny De Cesarei
Katia Sorrentino
Lorella De Luca
Luca Appetiti
Luca Catanzaro
Luca Semeraro
Lucia Matera
Luigi Rosa
Marcella Silvestri
Marco Balbi
Mario Scarabelli
Massimo Di Benedetto
Massimo Triggiani
Matteo Brusamonti
Matteo Zanotti
Mattia Bressan
Maura Marenghi
Maurizio Arena
Mimmo Strati
Oliviero Corbetta
Omar Nedjari
Paolo Sesana
Pietro Ubaldi
Pino Pirovano
Raffaele Fallica
Renata Bertolas
Renzo Ferrini
Riccardo Rovatti
Roberto Accornero
Silvana Fantini
Silvio Pandolfi
Simona Biasetti
Stefania De Peppe
Stefania Patruno
Stefano Albertini
Valerio Amoruso
Veronica Rocca

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Fallout” presente sul sito:

Discussioni sul forum:

COMMENTI

– Hai giocato a questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

Lascia una recensione

1 Commento on "videogames – FALLOUT 4"

Notificami
Marichan
Staff

Non metterò spoiler!
Pro:
+ La trama principale a me è piaciuta. Ho letto varie critiche, ma per me l’unica pecca che è stata anche fin troppo breve (intendo solo le missioni per finire il gioco). Anche se le missioni principali non sono mai molto lunghe nei gdr, la scelta finale è arrivata prima di quanto pensassi, e avrei preferito più opzioni dei finali. Ci sono stati dei momenti di sorpresa, e altri che mi hanno commosso.
+ Personaggio con una storia alle spalle, ma personalizzabile, siamo noi a sceglierne carattere e modo di pensare. Personalmente, preferisco così che i giochi di ruolo con il protagonista troppo preimpostato.
+ Boston è una zona viva, molto più viva che delle altre dei precedenti Fallout. Si vede che la gente sta ricominciando a vivere, o almeno ci prova a pensare ad un futuro.
+ Grande ambiguità morale. Nessuna fazione ha completamente torto o ragione. Qualsiasi scelta che si farà, ci saranno conseguenze che non ci piacciono. La scelta dipende dai gusti, perchè obiettivamente non c’è una scelta sbagliata o giusta.
+ Mondo immenso. Ed è quello che mi aspetto da un gioco di ruolo! Ho letto critiche che sia troppo dispersivo: capisco la frustrazione di capire che è quasi impossibile finirlo al 100%, ma personalmente se inizio un gioco di ruolo e non un avventura, mi aspetto proprio un mondo immenso e pieno di segreti.
+ Tanta cura certosina anche nei dettagli “inutili”, fate caso per esempio ai tanti manichini in giro e come sono posizionati…
+ Alcune ambientazioni sono bellissime e inusuali per la saga
+ Pieno di missioni e sotto-missioni, segreti e sotto-segreti! Addirittura ci sono cose interessanti nemmeno segnate (come la cava dei fantasmi: una cava abbandonata che scendendo, vedi i fantasmi dei minatori che ci lavoravano, e scopri il perchè solo arrivato in fondo al budello di roccia. Non è segnato nemmeno come missione secondaria, ma mi ha molto interessato)
+ Si può fare il doppio gioco per molto tempo con tutte le Fazioni, basta essere abili e non farsi scoprire…. Anche se non per sempre!
+ Finito il gioco, il gioco non finisce! Si può continuare a scorrazzare per il mondo creato da noi; inoltre ci sono delle missioni speciali che saranno disponibili solo a fine gioco (qualsiasi finale scelto) ma dato che altre spariranno, meglio fare un salvataggio prima di scegliere la fazione.

Contro:
– Nonostante quello scritto sopra, alcune situazioni sono fin troppo lineari.
– Alcune ambientazioni sono uguali, alcuni edifici li hanno fatti con il copia/incolla!
– Molte missioni sono però noiose, il solito “fattorino”, soprattutto se scegli una certa Fazione.
– Avrei voluto più varietà di armi. Ok che erano molto personalizzabili (ma anche le personalizzazioni non erano tante), ma alla fine sempre quelle erano… A fine gioco quasi sapevo tutte le modifiche a memoria.
– Graficamente mi aspettavo di più

Metà e metà:
+- Finali belli, la prima volta mi sono commossa. Non intendo il filmato di per sè, ma tutta la fase per arrivarci. Però poi quando li provi tutti, noti che hanno elementi ripetitivi (potevano sforzarsi un attimino di più!) sarebbe stato bello anche vedere le conseguenze di alcune scelte, alla fine al fine del finale (gioco di parole) sono poche.
-+ Le romance potevano essere fatte molto meglio, ne ho provate un paio ma non sono questo granché (anche se meglio di Skyrim dove potevi sposarti o non sposarti solo indossando una collana )… Come dite? Delle romance in Fallout non importano a nessuno, e sono l’unica ad averci fatto caso??? Ehm avete ragione!
+- Per i compagni, ho visto gran parte delle storie personali ed erano belle, ma si poteva far di più.
+- Gameplay da rivedere. Non era fatto male, ma allo stesso tempo migliorabile, è stato molto semplificato.
-+ La presenza delle officine è interessanti, ma sono troppe. Alla fine si hanno le due preferite e le altre si lasciano al loro destino…
+- Il gioco verte ovviamente su un interrogativo “Una macchina può essere un umano? Può avere gli stessi diritti, provare le stesse cose?” lo si capisce da tante situazioni minori (tipo la scuola di Diamond City) e dalle scelte delle diverse fazioni. Quesito molto interessante; ma alla fine viene il giocatore viene messo a dura prova se si sceglie il finale con la Confraternita, dove bisogna decidere se……. beh non metto spoiler, ma è stato un enorme colpo di scena e profondo, peccato che ci sia solo lì.

Conclusioni:
Fallout 4 è un gioco immenso a cui va dedicato del tempo ed energia. Fare solo le missioni principali, o finirlo in una trentina di ore, è il modo più sbagliato di approcciarsi, che dà nemmeno il 15% di quello che offre. E’ sia un pregio, sia un difetto, ma chi gioca da anni a titoli della saga d Fallout e a The Elder Scroll, della stessa casa, sa anche il modo operativo che hanno da sempre. Che li contraddistingue, nel bene e nel male, da altri giochi di ruolo in cui la trama principale è comunque la protagonista. E’ un open world del vero senso della parola.
L’ho trovato un ottimo gioco, seppur non privo di difetti. Non è la “next gen” che molti si aspettavano, in quanto ancora non abbiamo il salto nel futuro, pur avendo dei miglioramenti, è ancora molto simile ai capitoli che lo hanno preceduto, anche graficamente.
Voto personale: 8,5

wpDiscuz