J-Music – DIR EN GREY

Materiale inviato da: Valene

BIOGRAFIA

Parlando degli artisti giapponesi non si può’ non parlare di questa band: I Dir en grey.
O li si ama o li si odia, non esistono vie di mezzo. Le loro canzoni trattano temi davvero importanti e a volte duri, ma la voce di Kyo sa regalare emozioni uniche che vale la pena ascoltarli.
Una lunga carriera alle spalle e tanta esperienza li stanno portando ad un successo enorme (vedi le date in USA, che hanno avuto molto successo, e in Europa tra cui l’Italia).

Nati dalle ceneri del gruppo “La.Sadies” del 1996, che includeva tutti i membri che tutt’oggi continuano a fare parte della band (ad eccezione di Toshiya il bassista che prese il posto di Kisaki).
Il debutto avviene nel 1997 quando i die en grey producono il loro primo mini album “Missa” che conquista subito una parte di pubblico molto vasta permettendo al gruppo di farsi conoscere. Periodo importante poiche Yoshiki Hayashi, leader indiscusso e ottimo batterista della band X-Japan, diventa il loro produttore. Inizia cosi’ la scalata al successo per i cinque ragazzi.
Accompagnata dall’uscita di albums sempre piu’ diversi, e mai troppo scontati, in cui verranno proposte canzoni sempre ricchissime di contaminazioni.
Il 20 gennaio ’99 riescono ad entrare tra le major con la pubblicazione di 3 singoli come “Yurameki”, “Zan” e “Akuro no oka”. Dopo l’uscita di singoli pressoché piu’ conosciuti, come “Cage” e “Yokan”, arriva finalmente nel luglio 99 il loro primo album “Gauze” che riesce a posizionarsi addirittura alla quinta posizione delle vendite di cd in Giappone. Da questo momento il gruppo decide di auto prodursi i prossimi dischi.
A meta’ luglio del 2000 viene proposto al pubblico il secondo e attesissimo album “Macabre”, che testimonia l’evoluzione e la capacita’ della band di sfornare ancora una volta qualcosa di alta qualita’.
Nel 2002 invece esce “Kisou”, album che segna un netto distacco dalla musica precedente e il suono risulta piu’ duro e, a detta di molti, dal forte impatto. Sempre nello stesso anno si susseguono il maxi singolo “Child prey” e il mini album “Six ugly” che sembrano continuare a mantenere lo stesso sound che risulta pero’ piu’ violento. Il tipo di suono continua a proporsi anche nel 2003 quando il 22 gennaio esce “DRAIN AWAY” accompagnato dall’ennessimo cambio di look della band.
L’ultimo album infine esce il 10 setembre del 2003 preceduto dal singolo “Kasumi” e segna una radicale mutazione nel sound del gruppo.

Per il 2004 ritroviamo nuovi sound e nuovi singoli come “The final” e “Saku” che precedono poi l’uscita del nuovo lavoro “Clever Sleazoid” del 21/09/2005
L’uscita del nuovo album “Withering to Death” 09/03/2005 divide parecchi fans, ma il successo pare non abbandonare questa band che proprio nel 2006 annuncia un tour di tre date in Usa, partendo da Austin in Texas il 17/3 poi a New York il 21/3 ed infine il 23/3 a Los Angeles. che si conclude con molto successo.
Inoltre sempre nel 2006 la band ha cominciato un tour in Europa: il 27/5 a Berlino e il 28/5 a Cologne, assieme ad altri due festival in Germania.

Nel giugno 2009 sono stati impegnati in un Tour europeo che ha toccato anche l’Italia, con tappa a Milano alla famosa discoteca alternativa Alcatraz. Le altre date hanno toccato Germania, Francia, Polonia, Repubblica Ceca e Svezia, oltre ai festival Download Festival e Nova Rock festival, rispettivamente a Derby, Inghilterra, e in Austria, insieme alla ormai consolidata partecipazione ai festival tedeschi Rock am ring e Rock im park.

Nel 2010 la band si lancia, per l’ennesima volta, verso sonorità sempre più estreme e sperimentali; in particolare verso l’extreme metal.

Nel 2012 i Dir en grey sono costretti a cancellare il tour mondiale programmato, a causa dei problemi di salute di Kyo (il cantante), che rifaranno appena il vocalist si sarà rimesso.

Sito ufficiale: http://www.direngrey.co.jp/
Pagina ufficiale su Facebook: http://www.facebook.com/direngreyofficial

DISCOGRAFIA

ALBUM
Gauze (1999)
Macabre (2000)
Kisou (2002)
Vulgar (2003)
Withering to Death. (2005)
The Marrow of a Bone (2007)
Uroboros (2008)
Dum Spiro Spero (2011)

SINGOLI
1998
“Jealous”
“-I’ll-” – usata come sigla finale dell’anime “Urayasu Tekkin Kazoku”
1999
“Akuro no Oka”
“Yurameki”
“-Zan-”
“Cage”
“Yokan”
2000
“Myaku”
“[KR] Cube”
“Taiyou no Ao”
2001
“Ain’t Afraid to Die”
“Filth”
“Jessica”
“Embryo”
2002
“Child Prey” – usata come sigla iniziale dell’anime “Baki the Grappler”
2003
“Drain Away”
“Kasumi”
2004
“The Final
“Saku”
2005
“Clever Sleazoid”
2006
“Ryoujoku no Ame”
“Agitated Screams of Maggots”
2007
“Dozing Green”
2008
“Glass Skin”
2009
“Hageshisa to, Kono Mune no Naka de Karamitsuita Shakunetsu no Yami”
2011
“Lotus”
“Different Sense”
“Tsumi to Batsu”

FOTO

Vuoi recensire questo artista; dire se ti piace o no; consigliarne o sconsigliarne i cd agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto! (per aggiungere invece altro materiale scrivete via mail, lo spazio qua sotto è solo per le recensioni!)

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi