anime – RINNE (Kyoukai no Rinne) – di Seiki Sugawara

A cura di Marichan

SCHEDA

Titolo originale: Kyoukai no Rinne – (境界のRINNE)
Titolo internazionale: Rin-ne – Circle of Reincarnation Rinne – Rinne of the Boundary
Genere: serie tv – shounen – commedia, azione, combattimento, soprannaturale
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Numero episodi: 25 (concluso)
Anno di uscita in Giappone: da Aprile a Settembre 2015
Rete tv giapponese: NHK
Tratto: dal manga “Rinne” di Rumiko Takahashi

Regista: Seiki Sugawara
Composizione serie: Michiko Yokote
Character design: Kazuhiko Tamura
Musiche: Akimitsu Honma
Studio di animazione: Brain’s Base

In Italia: inedito
Streaming: in visione, gratuita e legale, sub ita sul sito VVVVID, ecco il link visione.
Titolo Streaming in Italia: Rinne

Sigle
sigle iniziali:
1: “Ōka Ranman” di KEYTALK
2: “Ura no Ura” di Passepied
sigle finali:
1: “Toki no Wa” di Passepied
2: “Futatsu no Sekai di Quruli

Anime relativi:
– “Kyoukai no Rinne 2nd Season” serie tv, sequel

TRAMA

Quando era piccola Sakura Mamiya si era persa nel bosco, e aveva poi visto una grande ruota rossa nel cielo. Era riuscita dopo a tornare a casa grazie all’aiuto di una signora anziana, ma da allora aveva iniziato a vedere i fantasmi.
A scuola il banco vicino a Sakura è vuoto, dato che il suo occupante, Rinne Rokudo, è assente fin dal primo giorno. Una mattina finalmente lo studente si presenta in classe, ma oltre a Sakura nessuno riesce a vederlo! Ma non perchè sia uno spettro, Rinne è un “mezzo shinigami”: cioè lui è in vita, ed è per per metà umano e metà shinigami (un dio della morte), e quando indossa la sua veste magica Haori, i normali esseri umani non possono scorgerlo.
Rinne con i suoi poteri cerca le anime rimaste sulla terra, i fantasmi che per qualche rimpianto non sono andati nell’aldilà, e li aiuta a reincarnarsi, continuando così il circolo della vita. E lo fa soprattutto per soldi, essendo poverissimo!
Il ragazzo trascinerà presto Sakura a collaborare con lui, nella risoluzione di molti casi misteriosi…

IMMAGINI clicca per ingrandire

DOPPIATORI

Personaggio – Doppiatore
Rinne Rokudo – Kaito Ishikawa
Sakura Mamiya – Marina Inoue
Rokumon – Hitomi Nabatame
Bijin – Izumi Kitta
Sabato Rokudo – Kappei Yamaguchi
Ageha – Rie Murakawa
Tsubasa Jūmonji – Ryohei Kimura
Tamako – Satsuki Yukino
Kain – Soma Saito
Masato- Tetsuya Kakihara

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Rinne” presente sul sito:

Discussioni sul forum:

Altre opere di Seiki Sugawara presenti sul sito:

COMMENTI

– Hai visto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

Lascia una recensione

2 Commenti on "anime – RINNE (Kyoukai no Rinne) – di Seiki Sugawara"

Notificami
Beppe Black red
Staff

Finito pochi giorni fa: l’anime nel complesso mi è piaciuto molto. Ho trovato un senso di deja-vu con Ranma e Inuyasha (specie i legami fra personaggi) ma nonostante questo, la serie è molto simpatica e sa appassionare, sopratutto nelle vicende personali di Rokudou, di suo padre, e il rapporto fra coppie ed alleanze che nascono nel proseguire della serie.
Mi ha divertito vedere un grande eccesso di comicità, e momenti demenziali fra gli scontri e momenti comici puramente casuali, ma molto azzeccati! Così come alcune puntate incredibilmente tese e ricche di molta suspense ,grazie alle ottime musiche e animazioni, seppur solo nel finale della serie di fatto.
Fra i contro ho trovato alcune puntate inutili e riempitive, ma si fanno tutte ben vedere e, come detto prima, con buonissime ost gag e scene di lotte anche se quest’ultime a volte sono molto risicate e in effetti avrei voluto un rokudou più lottatore, anche se ho apprezzato la sua scaltrezza, nonostante ciò secondo me la serie merita senza dubbio una visione grazie alle sue trame e i suoi personaggi.

Carlo_Manigoldo
Bazarino
Carlo_Manigoldo

Una bella storia in puro stile Takhashi!
InuYasha è stata un’interessante parentesi con più momenti seri e combattimenti (sebbene non ai livelli di Shonen Jump per fortuna), ma questo di Rinne è lo stile che ha consacrato la Takahashi a regina dei manga: la comicità e il non-sense resi famosi da Lamù e Ranma. Precisiamo: con Inu Yasha ha dato prova di gestire una storia diversa dal solito e ci sta, però io preferisco questo genere per gusto personale.

La storia presenta anche delle belle varianti al canovaccio tipico: Rinne e Sakura sono più tranquilli dei loro predecessori (Ranma e Akane) e tra loro c’è solo un sentimento di amicizia e solidarietà dovuto alle condizioni precarie del ragazzo, che però viene frainteso dai loro amici.
Sto seguendo l’anime e non mi sta affatto deludendo, e molte idee come quella dell’inferno come posto ultra burocratico pieno di debiti li trovo delle trovate di genio.
Il meglio però è Sabato, l’apoteosi dei padri sciagurati della Takhashi: nemmeno Genma (che in fondo vuole bene a Ranma) raggiunge un tale livello di egoismo e di voglia di approfittarsi del figlio. Qui siamo davanti ad un uomo che proprio pensa solo al suo bene e basta!

Ed intorno a questi elementi di novità ecco i pretendenti ultragelosi dei due protagonisti (che fraintendono sempre la situazione) e il rivale (qui un vero e proprio nemico e antitesi di Rinne, Masato il demone benestante in smoking).
Seguitelo e non ve ne pentirete!

wpDiscuz