anime – PSYCHO-PASS – di Naoyoshi Shiotani

A cura di Marichan

SCHEDA

Titolo originale: Psycho-Pass
Titolo internazionale: Psycho-Pass
Genere: serie tv – seinen – azione, fantascienza, thriller
Rating: adatto ad un pubblico adulto e non facilmente impressionabile
Numero episodi: 22 (concluso)
Anno di uscita in Giappone: 2012
Rete tv giapponese: Fuji TV – Noitamina

Regista: Naoyoshi Shiotani
Sceneggiatura: Gen Urobuchi
Original Character Design: Akira Amano
Character design: Kyoji Asano
Musiche: Yuugo Kanno
Studio di animazione: Production I.G

Titolo in Italia: Psycho-Pass
Anno di pubblicazione in Italia: 2013
Trasmissione in tv: Rai4
Censura nella trasmissione televisiva: no
Streaming (legale): visibile gratuitamente sul sito VVVVID.
Edizione italiana: edito in Dvd e Bluray dalla Dynit.

Sigle:
sigle iniziali:
1- “Abnormalize” di Ling Tosite Sigure
2- “Out of Control” di Nothing’s Carved in Stone
sigle finali:
1-“Namae no nai Kaibutsu” di EGOIST
2- “All Alone With You” di EGOIST

Anime relativi:
Psycho Pass: Edit Version – serie tv – remake, versione nuova e modificata di questa serie tv
Psycho-Pass 2 – serie tv – sequel
– Psycho-Pass – film

TRAMA

Tokyo. Anno 2100. I progressi tecnologici hanno reso possibile misurare e monitorare con precisione lo stato mentale, la personalità e le disposizioni delle persone usando lo Psycho-Pass, un dispositivo installato nel corpo di ogni cittadino. Questo strumento viene usato per valutare le probabilità che una persona commetta un crimine, e fermarlo prima che infranga la legge. Questi individui vengono chiamati “criminali latenti”.
Tutto questo è rappresentato dal “Coefficiente di Criminalità”: se il soggetto è in condizioni normali il colore è “Purple” mentre, se una persona è predisposta ad essere un criminale (gli agenti chiamano questo evento “intorbidimento”), può salire al livello estremo chiamato “Green Forest”, in cui i casi sono due: o il soggetto non è particolarmente pericoloso, perciò deve essere solo stordito e arrestato; o il soggetto rappresenta un grave pericolo per la comunità e deve essere ucciso senza esitazione. A decidere il coefficiente sono le Dominator, particolari pistole che si trasformano e sparano in base a chi hanno davanti.

E’ una brutta serata piovosa, e Akane Tsunemori inizia il suo primo giorno di lavoro del Dipartimento di Pubblica Sicurezza che si occupa di stanare e occuparsi di questi futuri criminali. Per sfortuna, le tocca subito un uomo pericoloso, che individuato come “criminale latente” da un agente, è scappato con un ostaggio e si è rifugiato in un quartiere malfamato.
L’ispettore Ginoza le spiega sommariamente come funziona il lavoro, abbastanza diverso dalla teoria che ha studiato, ma soprattutto le presenterà gli “Agenti”. Essi sono persone che a causa del loro alto coefficiente di criminalità sono state rinchiuse, ma gli è permesso di restare in vita in cambio della loro collaborazione: vengono infatti usati come braccatori dei criminali in fuga. In pratica gli “agenti” sono il braccio e coloro che si sporcano più le mani, mentre la mente sono gli “ispettori”, che sono anche chiamati anche a monitorare il lavoro e il comportamento degli “agenti”, chiamati anche con fare dispregiativo “cani da caccia”.
Fra tutti, Akane rimane molto colpita da Shinya Kogami, un silenzioso ma forte ragazzo che sembra perfettamente a suo agio con la pistola in mano, mentre la ragazza è impacciata e non se la sente di sparare ad un altro essere umano.

E’ un lavoro duro, ma qualcuno dovrà pur fermare la criminalità prima che agisca, in modo da fare in modo che la società rimanga pacifica e perfetta.

Ma ben presto questa immagine di società perfetta andrà letteralmente in pezzi, e Akane con Kogami si accorgeranno delle zone buie della stessa Pubblica Sicurezza…

IMMAGINI clicca per ingrandire

DOPPIATORI

TRADUZIONE E DIALOGHI ITALIANI: AD LIBITUM – GENOVA
DOPPIAGGIO ITALIANO: CD – CINE DUBBING INTERNATIONAL
SONORIZZAZIONE: C.T.A.
DIREZIONE DEL DOPPIAGGIO: Fabrizio Mazzotta
ASSISTENTE AL DOPPIAGGIO: Fabio Signorini
FONICO DI MIX: Mauro Lopez

PERSONAGGIO: DOPPIATORE GIAPPONESE – DOPPIATORE ITALIANO
Akane Tsunemori: Kana Hanazawa – Maria Letizia Scifoni
Shinya Kogami: Tomokazu Seki – Andrea Ward
Shōgo Makishima: Takahiro Sakurai – Edoardo Stoppacciaro
Nobuchika Ginoza: Kenji Nojima – Alessandro Quarta
Tomomi Masaoka: Kinryuu Arimoto – Stefano De Sando
Shūsei Kagari: Akira Ishida – Paolo Vivio
Shion Karanomori: Miyuki Sawashiro – Alessandra Cassioli
Yayoi Kunizuka: Shizuka Itou – Domitilla D’amico
Dominator: Noriko Hidaka – Antonella Baldini

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Psycho-Pass” presente sul sito:

Discussioni sul forum:

COMMENTI

– Hai visto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

Lascia una recensione

2 Commenti on "anime – PSYCHO-PASS – di Naoyoshi Shiotani"

Notificami
Wizard09
Bazarino
Wizard09

Psycho Pass riflette in un certo senso la società moderna. Persone sempre più intontite, prive di volontà che seguono come pecoroni ciò che gli viene detto da un computer. Tutto all’apparenza sempre perfetto, regolare, senza sbavature. Le persone sono costantemente sorvegliate, monitorate e alla minima irregolarità segnalate. Quello che all’apparenza é un mondo libero e felice, é solamente una prigione dorata che nasconde sotto il tappeto i problemi di quella società. Non a caso, la gente diventa sempre più apatica, chiudendosi in se stessa fino a lasciarsi morire come un vegetale nel letto. Quello che questo anime mi ha lasciato é un profondo senso di amarezza e la paura che presto o tardi finiremo tutti così; delle bambole guidate da un computer. Psycho pass é un’anime bello e complesso, ma che merita sicuramente di essere visto.

TheBattlerGalu
Bazarino
TheBattlerGalu

Un capolavoro vero e proprio! Un anime grandioso ed originale degno del grande genio di Gen Urobuchi. Ottimi personaggi, ottime musiche, ottimi doppiatori, trama interessante, di tutto e di più! Per quanto l’atmosfera possa essere un pò cupa e spietata a volte, di certo non sono cose che stonano con l’anime. C’è davvero poco da dire a parte che è un ottimo anime, che è un must e che quindi va guardato il prima possibile se non lo avete già fatto!

wpDiscuz