recensione manga – VICINI VICINI (Soba ni oitene) – di Yaya Sakuragi

A cura di Sophitia

SCHEDA

Titolo originale: Soba ni oitene
Titolo internazionale: Stay Close To Me
Autrice: Yaya Sakuragi
Genere: shounen-ai manga – sentimentale, commedia
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Anno di pubblicazione in Giappone: 2005
Casa Editrice giapponese: Libre Shuppan
Volumi: 1 (concluso)

Titolo in Italia: Vicini Vicini
Traduzione: Hideki Watanabe
Anno di pubblicazione in Italia: 2010
Casa Editrice italiana: Ronin. Volume unico a 6,90, purtroppo senza sovracopertina
Volumi: 1 (concluso)

TRAMA

Da piccolo Yuzuru (detto “Yuzu”) veniva preso in giro dagli altri bambini, ma ad aiutarlo interveniva spesso Issei (detto “Icchan”), che si comportava agli occhi di Yuzu proprio come un eroico cavaliere che salva la principessa.
Yuzu così si era innamorato di Icchan, e sperava proprio di diventare la sua “principessina”, ma le cose non sono andate nel verso giusto… e ora che sono al liceo, Yuzu è alto di ben 10 centimetri più di Icchan! Per lui è quasi un dramma, non vuole essere più grande del suo principe!
Riusciranno comunque ad essere una coppia felice, proprio come quelle delle favole?

IMMAGINI clicca per ingrandire

COMMENTI

Hai letto questo manga e vuoi recensirlo, consigliarlo o sconsigliarlo agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!

1
Lascia una recensione

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Sophitia Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
Sophitia
Bazarino
Sophitia

Un manga leggero e dolce: i protagonisti non fanno pesanti elucubrazioni mentali, e anche il problema dell’altezza viene risolto abbastanza velocemente. E’ uno shounen-ai che soprattutto fa sorridere: fa simpatia che Yuzu voglia essere una “principessina”, che tutta la scuola sappia della love story e che faccia il tifo per loro, e gli stereotipi di seme e uke leggermente modificati!
Il manga di per sè non è niente di indimenticabile, lo consiglio solo a chi vuole una commedia facile da leggere, in quel caso non avrete sprecato i vostri soldi.
Devo dire però che la stessa autrice ha disegnato opere migliori.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi