recensione videogames – THE LEGEND OF ZELDA: THE WIND WAKER

A cura di Shadow Princess

SCHEDA

Titolo originale: The legend of Zelda: the Wind Waker
Titolo internazionale: The legend of Zelda: the Wind Waker
Genere: Action RPG
Piattaforma: Nintendo Gamecube (utilizzabile anche nella Nintendo Wii)
Supporto: 1 dvd
Anno di uscita: 13 dicembre 2002 (Giappone) – 24 marzo 2003 (USA e Canada) – 3 maggio 2003 (Europa)
Paese: Giappone
Classificazione PEGI: + 7 anni

Produttore: Nintendo EAD
Pubblicazione: Nintendo
Ideatore: Shigeru Miyamoto
Musiche: Koji Kondo

Titolo in Italia: The legend of Zelda: the Wind Waker
Anno di pubblicazione in Italia: 2003
Lingua: Italiano

Videogames collegati: Fanno parte della saga di Zelda
– The Legend of Zelda
– The Legend of Zelda II: The Adventure of Link
– The Legend of Zelda: A Link to the Past
– The Legend of Zelda: Link’s Awakening
– The Legend of Zelda: Ocarina of Time
– The Legend of Zelda: Majora’s Mask
– The Legend of Zelda: Oracle of Ages
– The Legend of Zelda: Oracle of Seasons
– The Legend of Zelda: Four Swords
The Legend of Zelda: The Wind Waker
– The Legend of Zelda: Four Swords Adventures
– The Legend of Zelda: The Minish Cap
The Legend of Zelda: Twilight Princess
The Legend of Zelda: Phantom Hourglass
The Legend of Zelda: Spirit Tracks
– The Legend of Zelda: Skyward Sword

TRAMA

Il gioco comincia con il racconto della leggenda dell’Eroe del Tempo (le vicende del gioco “The legend Zelda: Ocarina of Time”).

Nel giorno del suo compleanno, Link (chiamerò così il protagonista della storia, anche se il nome viene scelto all’inizio dal giocatore) riceve in regalo dalla sorelle Aril un cannocchiale e, volendolo provare subito, vede che un enorme uccello nero lascia cadere una ragazza nella foresta in cima alla sua isola.
Armatosi di spada Link salva la ragazza il cui nome è Dazel, capitana di una ciurma di pirati. Purtroppo poco dopo, l’uccello rapisce la piccola Aril scambiandola per Dazel, e così Link parte per un lungo viaggio che lo porterà ad attraversare tutto l’Oceano per salvare sua sorella, e per sigillare nuovamente lo spirito di Ganondorf, responsabile delle invasioni di mostri e nuovamente alla ricerca del potere della Triforza.

IMMAGINI clicca per ingrandire

LE MELODIE

Durante il gioco, grazie alla Bacchetta del Vento, si potranno eseguire delle melodie, alcune sono fondamentali per il proseguimento del gioco, altre sono opzionali.
Le melodie possono essere in 3\4 (con tre note) 4\4 (con quattro note) e in 6\4 ( con sei note).

Melodie in 3/4
Canzone del Vento: questo canto vi permetterà di cambiare la direzione del vento per utilizzare al meglio la foglia deku o per viaggiare tramite barca a vela. Si impara all’isola del drago.
Sonata in Dì Notturno: Questa canzone è l’unica opzionale di tutto il gioco. Essa scambierà il giorno con la notte e vice versa. Si impara all’isola Taura.

Melodie in 4/4
Canto del burattino: grazie al Canto del burattino potemo prendere il possesso di alcuni personaggi (Famire, Macore) e anche alcuni oggetti. Si impara nella torre degli dei.
Melodia del Tifone: grazie a questa melodia ci si può teletrasportare attraverso i tifoni. Per imparare questa canzone bisogna sconfiggere Beolo (che si troverain una posizione casuale nella mappa che cambierà di volta in volta). Per sconfiggere Beolo servono le frecce, se si perderà si verrà teletrasportati in un luogo casuale di tutto il mondo

Melodie in 6/4
Inno della Terra (Earth God’s Lyric): questa canzone si impara e si usa solamente nel Tempio Della Terra e all’Isola Del Drago. Se suonata assieme a Famirè potrà rompere grandi massi per aprire passaggi e per risvegliare in parte la Master Sword.
Inno Del Vento ( Wind God’s Aria): questa canzone si impara e si usa solamente nel Tempio Del Vento. Se suonata assieme a Macorè potrà rompere grandi massi per aprire passaggi e per risvegliare in parte la Master Sword.

LINK opere collegate

Materiale su “The legend of Zelta” presente sul sito:
The legend of Zelda: a Link to the past – recensione manga
– The legend of Zelda: Majora’s mask – recensione manga
– The legend of Zelda: Ocarina of time – recensione manga
– The legend of Zelda: The Wind Waker  – recensione manga
– The legend of Zelda: Phanton Hourglass –  recensione videogames
– The legend of Zelda: Spirit Tracks – recensione videogames
– The legend of Zelda: Twilight Princess – recensione videogames
– Fanart
– Le frasi più belle
– Sigla italiana anime

COMMENTI

Hai giocato a questo videogioco e vuoi recensirlo, consigliarlo o sconsigliarlo agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!

più nuovi più vecchi
Notificami
Mr.mister
Bazarino
Mr.mister

Uno Zelda molto ben curato.
La scelta grafica può sembrare superficiale, ma è impressionanate l’attenzione che è stata ai particolari delle espressioni facciali, messe in risalto proprio da questo tipo di grafica. Molto belle e cionvolgenti le musiche e davvero tante le sotto-quest, tra cui quelle segrete che possono essere portate a termine solo collegando il game boy advance al Game Cube. La pecca principale consiste nel metodo di spostamento dai vari luoghi: aolmeno all’inizio, gli spostamenti per mare sono noiosi e possono stancare, ma in seguito verranno facilitati. Bella anche la sottoquest delle statuine dei peronaggi, anche se estenuante. E comodissima la melodia per alternare giorno e notte. Uno dei migliori titoli presenti per Nintendo Game Cube

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi