manga – REQUIEM OF THE ROSE KING (Baraou no Souretsu) – di Aya Kanno

4 4 Voti
Vota l'opera (solo registrati)

A cura di Sophitia

SCHEDA

Titolo originale: Baraou no Souretsu – (蔷薇王的葬队)
Traduzione letterale: Il corteo funebre del Re delle Rose
Titolo internazionale: Requiem of the Rose King – The Rose King’s Funeral Procession
Autrice: Aya Kanno
Genere: drammatico, storico, soprannaturale, dark fantasy
Target: shoujo
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Anno di pubblicazione in Giappone: 2013 – 2022
Casa Editrice giapponese: Akita Shoten
Tratto: liberamente ispirato alla tragedia “Riccardo III” di William Shakespeare.
Volumi: 17 (concluso)

Titolo in Italia: Requiem of the Rose King
Anno di pubblicazione in Italia: Ottobre 2016 – in corso
Casa Editrice italiana: Star Comics
edizione con sovracopertina, a 4,90 euro
Traduzione: Gill George De Gregorio
Volumi: 16 (in corso)

TRAMA

Siamo in Inghilterra, in piena Guerra delle Due Rose (seconda metà del ‘400) tra le due casate Lancaster e York, per la successione del trono.
Richard è il terzo figlio del Duca di York. Ritiene di essere un uomo maledetto: è nato con un corpo intersessuale, è diverso fisicamente e caratterialmente dai suo fratelli, crede di vedere i demoni, e inoltre ha un carattere tormentato.
La madre lo disprezza e lo tiene lontano, solo il padre gli dà attenzione, tanto che il ragazzo ha una ammirazione sconfinata per lui.
Ma Richard è anche una persona intelligente e ambiziosa e, dopo un avvenimento tragico, inizia una lunga serie di intrighi per arrivare al trono inglese…

IMMAGINI clicca per ingrandire

OPERE RELATIVE

Anime
Baraou no Souretsu – serie tv

LINK inerenti alla serie

Altre opere di Aya Kanno presenti sul sito:

RECENSIONI

Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Sophitia
Sophitia
Super
1 anno fa

Dopo un manga leggero e divertente come “Otomen”, l’autrice Aya Kanno ci presenta un fumetto decisamente dark e tragico, ma per me interessante. La storia è una interpretazione di Shakespeare, imbastita da eventi soprannaturali e torbidi, con intrighi a fiumi. Una storia intensa, che potrebbe però non essere adatta a chi non piace la drammatizzazione a tutti i costi.
Ho anche l’impressione che l’autrice abbia preso ispirazione, oltre a Shakespeare, anche al Trono di Spade (serie tv) che però a sua volta era ispirato proprio alla Guerra delle Due Rose.

Last edited 1 anno fa by Marichan
1
0
Lascia una recensione!x