A cura di Dana

SCHEDA

Titolo originale: Boku no Chikyuu o Mamotte – (ぼくの地球を守って)
Titolo internazionale: Please, Save my Earth
Autrice: Saki Hiwatari
Genere: fantascienza, mistero, psicologico, sentimentale, soprannaturale
Target: shoujo
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Anno di pubblicazione in Giappone: 1987 – 1994
Casa Editrice giapponese: Hakusensha
Volumi: 21 (conclusa) – ristampato in 12 volumi in versione deluxe

Titolo in Italia: Proteggi la mia Terra
Anno di pubblicazione in Italia: 1998
Casa Editrice italiana: Planet Manga, al prezzo allora di di 3.500 lire al volume.
Volumi: 32 (concluso ) i numeri italiani sono un po’ più piccoli, per pagine, degli originali giapponesi

TRAMA

Arisu e la sua famiglia si sono da poco trasferiti a Tokyo, perché il padre di quest’ultima ha cambiato lavoro. La fanciulla è molto triste, perché le mancano gli alberi e i fiori con cui era abituata a “conversare”. Senza contare che, nell’ultimo periodo, è ossessionata da strani sogni, che riguardano lo spazio e il nostro pianeta Terra.
Come se non bastassero tutto questo, un piccolo vicino di casa le creerà parecchi problemi.

Questo è solo l’inizio di una storia davvero complessa che porterà Arisu, e moltissimi altri personaggi, a scoprire cose sul loro passato di molto, molto tempo fa…  Addirittura di prima che nascessero…

IMMAGINI clicca per ingrandire

OPERE RELATIVE

Manga
La Luce della luna – sequel
– Boku wa Chikyuu to Utau – “Boku Chikyuu” Jiseidai Hen – sequel

Anime
– Boku no Chikyuu o Mamotte – 6 OAV di 30 minuti ciascuno, che prendono in esame solo l’inizio del manga
– Boku no Chikyuu o Mamotte – film di circa 100 minuti, che riassume la vicenda con immagini prese dagli OAV.

LINK inerenti alla serie

Altre opere di Saki Hiwatari presenti sul sito:

RECENSIONI

Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Marichan
Staff
03/01/2013 01:33

– commento di Dana –

I disegni sono lineari, puliti. I visi a volte sono molto belli, a volte bruttini.
I profili e le pose a tre quarti lasciano spesso a desiderare. Gli occhi a volte sembrano pomodorini con sopra un leggero arco sopraccigliare.
I personaggi sono tutti diversi, ben caratterizzati e non c’è pericolo di confonderli, se non fosse per l’eccesiva quantità.
Sfondi belli, a volte di ambientazione assai suggestiva.

Ci vogliono veramente 32 volumi per dipanare la complicata storia imbastita dalla Iwatari.
Bisogna dire che non si scade mai nella noia o nel ripetitivo, e l’unica difficoltà è riuscire a seguire le vite, i pensieri e le azioni della ventina (numero indicativo) di personaggi che si alternano del manga.

Bello, pregevole, insolito.
Da non perdere.

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi