anime – I CAVALIERI DELLO ZODIACO: L’ULTIMA BATTAGLIA (Saint Seiya: I combattenti dell’ultima guerra sacra -Saint Seiya: Saishûseisen no senshitachi) – di Masayuki Akehi

A cura di Wizard09

SCHEDA

Titolo originale: Saint Seiya – Saishûseisen no senshitachi
Titolo internazionale:
Genere: film d’animazione – shounen, azione, combattimenti, fantasy, mito
Durata: 43 minuti
Anno di uscita in Giappone: 18 Marzo 1989 (in onda l’episodio 112 della serie animata)
Come ogni serie di successo e degna di rispetto quale i Cavalieri dello Zodiaco, sono stati realizzati 5 lungometraggi di cui 4 parallelamente alla produzione animata (del 5° se ne parlerà in un capitolo a parte).
I 4 film ripercorrono le vicende dei sacri guerrieri di Athena ma in contesti non collocabili nella serie regolare, andando piú volte a cozzare con la storia generando anche dei paradossi.

Regista: Masayuki Akehi
Sceneggiatura: Takao Koyama
Character design: Masahiro Naoi
Musiche:
Seiji Yokoyama
Studio di animazione: Toei Animation

Titolo in Italia: I Cavalieri dello Zodiaco: L’Ultima Battaglia – Saint Seiya: I combattenti dell’ultima guerra sacra
Anno e pubblicazione in Italia: I primi 3 film sono stati pubblicati in home-video dalla Granata Press nel 1993, e nel 1996 riproposti dalla Dynamic che ha pubblicato per la prima volta anche il 4°.
Sempre la Dynamic, fra il 1999 e il 2000, ha poi realizzato dei quattro film una seconda edizione italiana più fedele alla versione originale con il titolo di “Saint Seiya: I combattenti dell’ultima guerra sacra”.
Nel 2007 la Yamato Video ha pubblicato i film in DVD, in edizione con doppio audio (il primo storico ma censurato, il secondo nuovo ma integrale).

Sigle:
Sigla iniziale
“Pegasus Fantasy” di Make-Up

TRAMA

Al santuario 4 stelle comete cadono dal cielo e, una dopo l’altra uccidono, tutti i restanti Sacri Guerrieri d’oro rimasti a protezione del Santuario. Dal cielo discende Lucifero, l’angelo caduto, che accolto dalle 4 stelle comete, i suoi Seima Tenshi, decapita la statua di Athena. Lo scopo è lanciare una sfida alla dea, sua secolare oppositrice, che insieme ad altre divinità lo relegarono nel profondo degli inferi nell’era mitologica.
Ora risorto dagli inferi, chiede il sacrificio della dea in cambio della vita degli esseri umani, ma in realtà Lucifero vuole il sangue di Athena per permettere la resurrezione di Eris, Abel e Poseidon, i quali una volta riavuti i loro corpi materiali, conquisteranno la terra in suo nome come suoi servitori…
Riusciranno i Sacri Guerrieri di Bronzo a scongiurare questa grande minaccia?!
L’ultima grande Guerra sacra ha inizio…

IMMAGINI clicca per ingrandire

PERSONAGGI

Nomi Originali del film
Nomi Italiani
Sacri guerrieri di Athena
Cavalieri dello Zodiaco
Bronze Saint
Cavalieri di Bronzo
Seiya di Pegasus
Pegasus
Shiryu di Dragon
Sirio il Dragone
Hyoga di Cygnus
Crystal il Cigno
Shun di Andromeda
Andromeda
Ikki di Phoenix
Phoenix
Gold Saint
Cavalieri d’Oro
Mu di Aries
Mur (Il grande) dell’Ariete
Aldebaran di Tauros
Cavaliere del Toro (Toro)
Aiolia di Leo
Ioria del Leone
Shaka di Virgo
Virgo
Milo di Scorpio
Scorpio
Seima Tenshi
Sacri Angeli del Male
Belzebú
Belzebú
Eligor
Eligor
Moha
Molok
Astaroth
Astaroth
Outher Characters
Altri personaggi
Saori Kido – Athena
Lady Isabel di Thule – Atena
Lucifero
Lucifero
Eris
Eris
Abel di Phoebos
Abel – Febo
Poseidon
Nettuno

PARADOSSI E CURIOSITA’

– Curiosamente sembra proprio che questo film sia l’unico che si possa collocare con una certa sicurezza all’interno della serie, in quanto si dice che sia stato prodotto per chiudere la saga di Saint Seiya al posto di quella di Hades.
– Tuttavia inspiegabilmente le armature appaiono intatte, nonostante siano state distrutte da Poseidone.
– Lo spirito di Poseidone non è andato negli inferi, in quanto è stato rinchiuso nel vaso di Athena, inoltre appare come l’anima di Julian Solo, ma lui non è morto, e stato salvato da Tetis e non era nemmeno il vero corpo del dio, ma solo un ricettacolo umano.
– Alcuni stereotipi quali i salvataggi di Shun e la mamma di Hyoga vengono sfatati.
– Altro riferimento alla serie di Hades è il fatto che tutte le armature d’oro si dispongono attorno all’eclittica convogliando la loro energia sulla freccia del sagittario, come quando i Sacri Guerrieri d’Oro hanno abbattuto il muro del pianto

LINK inerenti alla serie

Materiale su “I Cavalieri dello Zodiaco” presente sul sito:

Discussioni sul forum:

COMMENTI

– Hai visto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto!
– Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto!

1
Lascia una recensione

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Wizard09 Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notificami
Wizard09
Bazarino
Wizard09

Attenzione Spoiler ;)
Rispetto agli altri film, graficamente non è eccezionale, il characters design non è stato affidato come nei precedenti film ad Araki e Himeno ma a Masahiro Naoi (che si è occupato comunque del characters design della serie tv) che per quanto bravo non ha la stessa “forza” dei precedenti.
La trama è bellina ma non è niente di esaltante, vengono tuttavia eliminati alcuni stereotipi fissi come Ikki che rimprovera Shun per l’ennesimo salvataggio (cosa mai successa, se poi contiamo che nel manga che Ikki è intervenuto si e no 3-4 volte ad aiutare Shun, contrariamente nell’anime dove i salvataggi sono qualcuno in piú) come a spronarlo a diventare piú forte, e l’addio di Hyoga alla madre quando la “uccide” colpendo la sua immagine nell’illusione creata da Moha, come testimoniare a una sua crescita. Tuttavia trovo assai discutibile l’assassinio dei sacri Guerrieri d’Oro. Ma possibile che siano tutti stati uccisi senza battere ciglio?! Se poi vediamo Shiryu che riesce a tener testa a Belzebú e Astaroth assieme, ci chiediamo come dei guerrieri potenti come loro si siano fatti sconfiggere in maniera tanto misera.
Certo i Seima Tenshi avevano la protezione del cosmo di Lucifero eppure lo stesso angelo caduto si rivela una cocente delusione, bravo solo a starsene seduto sul suo trono fluttuante (simile tra l’altro a quello della Giudecca), ma quando si tratta del confronto finale con Seiya armato della freccia d’oro carica dell’energia dei Gold Cloth si trova addirittura a implorare perdono e farsi scudo con Athena, davvero patetico per Satana il re degli inferi. Il finale è il solito scontatissimo epilogo, Seiya scaglia la freccia , Lucifero muore e con esso gli spiriti di Eris, Abel e Poseidon tornano negli inferi. Il tempio crolla ma riescono a scappare e si ritrovano tutti insieme a guardare l’alba con il solito sorriso ebete sul viso, convinti che d’ora in poi potranno affrontare qualunque minaccia…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi