manga – MAYME ANGEL (Susy del Far West) – di Yumiko Igarashi

A cura di Wizard09

SCHEDA

Titolo originale: Mayme Angel – (メイミー・エンジェル)
Titolo internazionale: Mayme Angel
Autrice: Yumiko Igarashi
Genere: western, drammatico, sentimentale, storico
Target: shoujo
Rating: adatto a tutti
Casa Editrice giapponese: Kodansha , Chokuronsha (seconda e terza edizione).
Pubblicazione in Giappone: Sulla rivista Nakayoshi dall’Aprile 1979 al Dicembre 1980, raccolto poi in 4 volumi (completa). La seconda edizione venne pubblicata in un volume unico, mentre la terza in tre volumi.

1° edizione italiana
Titolo italiano: Susy del Far West
Editore italiano: Fabbri
Pubblicazione in Italia: Sul settimanale “Candy Candy” dal numero 53 al 96 nel corso degli anni ‘80 (completa).
Questa edizione fu pubblicata integralmente, con i nomi diversi dall’originale, le pagine ribaltate e ricolorate. La storia fu anche edulcorata nei temi e nelle scene più forti. Se non altro il pregio di questo editore fu quello di poter far leggere i primi manga in italia.

2° edizione italiana
Titolo italiano: Mayme Angel
Editore italiano: Star Comics
Pubblicazione in Italia: Da Settembre a Novembre 2007 in 3 volumi (completa). Edizione integrale, tradotta dall’originale giapponese.

TRAMA

Mayme Warren, detta “Mayme Angel” per la sua bontà d’animo ed il sorriso angelico, vive con la mamma e le sorelle a Spring City.
Per realizzare i sogni del defunto padre, che desiderava stabilirsi nel West e spinte dalla lettera del cugino Armand, tutta la famiglia Warren decide di partire per l’Oregon.
Per Mayme e la sua famiglia si prospetta un viaggio lungo, e non privo di difficoltà.

IMMAGINI clicca per ingrandire

NOMI

Nell’edizione Fabbri furono apportate modifiche ai nomi dei personaggi, a mio avviso assai discutibili. Posso capire per i nomi giapponesi, ma essendo tutti nomi americani/inglesi non capisco il motivo di tale scelta…

Nomi Originali – Nomi edizione Fabbri
Mayme Warren – Susy Adams
Beverly Warren – Sara Adams
Jodie Warren – Janet Adams
Louise Warren – Luise Adams
Johnny Hardle – yRonny Hardley
Armand Warren – Alan Adams
Dina Darnell – Diana Darnell
Sammy Clint – Sammy Bert
Sammy Clint Junior – Sammy Bert Junior
Dulbeck Dalton – Frank Dalton

LINK inerenti alla serie

Altre opere di Yumiko Igarashi presenti sul sito:

RECENSIONI

1
Lascia una recensione

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Wizard09 Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi
Notificami
Wizard09
Bazarino
Wizard09

Ricordo che da bambino, sentii parlare per la prima volta di questo manga da mio zio, che aveva letto questa storia sul giornalino di Candy Candy. Immaginatevi la sorpresa rivederlo molti anni dopo in edicola.
La storia è semplice, piacevole e scorrevole. Forse fin troppo tranquilla all’inizio, ma dal secondo volume via, diventa molto più movimentata ed anche drammatica.
I disegni sono molto belli, ricchi di particolari e i personaggi ben resi dal punto di vista grafico. Riguardo invece la caratterizzazione dei personaggi, devo dire che non sopporto proprio la protagonista. Un po’ tutti i personaggi ricorrono lo stereotipo dello “shojo manga”, soprattutto quelli della Igarashi: Johnny il “bel tenebroso”. Armand quello dolce e protettivo, Beverly il maschiaccio, Jodie l’ochetta vanitosa, Dina la ragazzina viziata, ecc…
Con questo non voglio dire che siano tutti personaggi noiosi ed insopportabili. A modo loro mi sono piaciuti tutti (a parte Mayme appunto), anche se i miei preferiti rimarranno sempre la mamma Louise e i due Sammy Clint.
Mayme invece, è la classica protagonista da shojo manga, di quelle che i sentimenti negativi non sa proprio cosa siano. Detentrice di quel buonismo eccessivo e sfiancante che spesso ti fa alzare gli occhi dal manga e pensare : “ma ci è o ci fa?”… Proprio a causa del suo buonismo assoluto ed incondizionato, spesso finisce nei guai e fa rischiare la vita a chi ama. Arrivando poi a versare fiumi di lacrime quando la frittata è fatta. Devo dire però che verso la fine, quando usa una pistola e spara (perché finalmente capisce che a volte la forza è necessaria per proteggere chi ami), è forse l’unico momento dove Mayme mi è piaciuta davvero.
Il manga potrebbe ricordare un’altra famosa opera dell’autrice:“ Lady Georgie” (anche se è stata disegnata tempo dopo), sia per i disegni che per alcuni punti della storia. Soprattutto non mancano i triangoli amorosi fra parenti. Mayme avrà infatti una parentesi amorosa con suo cugino Armand pur non riuscendo a dimenticare il tenebroso Johnny…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi