3.3 3 Voti
Vota l'opera (solo registrati)

Scheda a cura di Marichan

SCHEDA

Titolo originale: Cowboy Bebop
Titolo internazionale: Cowboy Bebop
Genere: film – live action, azione, avventura, fantascienza, noir, cowboy
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Paese: Usa
Lingua originale: Inglese
Numero episodi: 3
Anno di uscita: 19 Novembre 2021. Il telefilm è uscito sulla tv online Netflix in contemporanea in tutto il mondo.
Tratto: dalla serie tv “Cowboy Bebop” di Hajime Yatate.

Director: Alex Garcia Lopez
Series composition: Christopher Yost
Showrunner: André Nemec
Production: Netflix, Tomorrow Studios

Titolo in Italia: Cowboy Bebop
Anno di pubblicazione in Italia: 19 Novembre 2021
Trasmissione: Netflix
Censura: no
Edizione italiana: Netflix Italia

Sigle:
“Tank!” by Seatbelts

Trailer italiano

TRAMA

Futuro: un gruppo di sgangherati cacciatori di taglie vaga per lo spazio, seguendo le tracce dei criminali più pericolosi del sistema solare.
Come cowboy del Vecchio West, questi individui coraggiosi si spostano di pianeta in pianeta a bordo della loro astronave, il Bebop. Ma un giorno vengono coinvolti in qualcosa di molto più grande…

IMMAGINI clicca per ingrandire

CAST

Attore – Personaggio
John Cho – Spike Spiegel
Daniella Pineda – Faye Valentine
Mustafa Shakir – Jet Black
Molly Moriarty – Kimmie Black
Alex Hassell – Vicious
Arlo Green – Saltz
Alvin Maharaj – Bachan
Geoff Stults – Chalmers
Tamara Tunie – Ana
Elena Satine – Julia
Blessing Mokgohloa – Santiago

OPERE RELATIVE

Anime
Cowboy Bebop – serie tv – opera capostipite
– Cowboy Bebop – Il film – film d’animazione, che si colloca tra il 22° ed il 23° episodio dell’anime

Manga
Cowboy Bebop – uscito dopo l’anime

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Cowboy Bebop” presente sul sito:

RECENSIONI

Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Laplace Demon
Laplace Demon
Staff
Bazarino
5 mesi fa

Non so che cosa mi sia preso. Non lo faccio mai! Quando sento dell’adattamento in live-action di qualcosa tratto dagli anime, ma non solo quelli ovviamente, basti pensare a quelli della Disney, un senso di terrore m’invade, quindi li evito accuratamente come la peste e fingo che non esistano affatto. Quando si vociferava di un adattamento live action di quel capolavoro di serie anime che è Cowboy Bebop, quella sensazione di terrore tornò. Tuttavia il tempo passò e sembrava che quella fosse solo una voce caduta nel dimenticatoio. Beh… no! Tornò prepotentemente a farsi sentire e subito le critiche fioccarono, tra le quali anche che Jet Black è interpretato da un nero anziché da un caucasico, ma vabbè. Giunto finalmente il trailer su Netflix rimasi colpito dagli effetti visivi. Certo, guardandolo continuavo a pensare: “oddio è un copia e incolla della serie animata! Perché?”, ma nonostante questo dubbio atroce ho deciso di farmi del male e guardare tutti e dieci gli episodi sulla piattaforma. Allora… da dove cominciamo? Ecco, togliamoci il dente! Non è un copia e incolla. O meglio, chi conosce la serie animata individuerà subito che c’è qualcosa preso pari pari dalla serie animata, ma incredibilmente ci sono pure parecchie differenze. Tralasciando l’aspetto di Jet Black e di Faye Valentine che non è così tanto gnocca, s’intende (interessante, senza dubbio, ma non gnocca come la controparte animata. Ho decisamente visto cosplayer fatti molto meglio!). Facciamo un esempio senza andare troppo nel dettaglio: nella serie animata c’è un ricercato, tale Abdul Hakim, che ha rubato una preziosa cavia da un laboratorio, il mitico cane Ein, e s’è fatto cambiare faccia con la chirurgia plastica. Qui, nel live action, non c’è chirurgia plastica, roba obsoleta a ben pensarci se siamo nel futuro, ma il volto è modificato tramite un apparecchio tecnologico. Lo si capisce perché di tanto in tanto la faccia glitcha rivelando il vero volto. Non m’è dispiaciuta troppo l’idea, ammetto. E anche la storia di Abdul è diversa e non dispiace. Rapisce cani per un motivo ben preciso che non è il semplice vil denaro. Oppure la storia del terrorista fissato con gli orsetti è diversa. Nell’anime distrugge i palazzi perché li considera simbolo di potere, mentre qui li distrugge per semplice piacere personale. Adora vedere le cose esplodere. Semplicemente un vero e proprio psicopatico alla Criminal Minds insomma. Gli effetti visivi, come quelli speciali, ho già detto che non sono malvagi. Le astronavi, il gate, e altre cosine sono fatti abbastanza bene. Tuttavia, più si va avanti a guardare la serie, più uno arriva alla conclusione che… questa serie all’anime non gli allaccia nemmeno le scarpe! Ecco, l’ho detto! Lo sapevate che sarebbe finita così! Pazienza! Gli attori non convincono appieno, quello che fa Vicious poi, tale Alex Hassell, mi sembra Javier Bardem che ha strappato i capelli a Viserys Targaryen de Il Trono Di Spade! So di ripetermi, ma ho visto cosplayer decisamente migliori! In conclusione: non dico che ho sprecato il mio tempo a guardarla perché come ho detto, qualcosina di buono ce l’ho pure trovata, ma dubito fortemente che la riguarderò un’altra volta. Tantomeno dubito che guarderò la seconda stagione… ah, no, l’hanno cancellata! Ottimo, direi! Tze-tze!

Last edited 5 mesi fa by Laplace Demon
1
0
Lascia una recensione!x
()
x