4 1 Vota
Vota l'opera (solo registrati)

Scheda a cura di Dana

SCHEDA

Titolo originale: Zombie Loan
Titolo internazionale: Zombie Loan
Autrici: Peach Pit (pseudonimo di due autrici: Banri Sendo e Shibuko Ebara)
Genere: shounen – azione, horror, soprannaturale
Rating: consigliato ad un pubblico maturo
Anno di pubblicazione in Giappone: 2003 – 2011
Casa Editrice giapponese: Enix
Volumi: 13 (concluso)

Titolo in Italia: Zombie Loan
Anno di pubblicazione in Italia: 2007
Casa Editrice italiana: edito dalla Flashbook.
Edizione identica all’originale giapponese, con sovracopertina, a 5.90 euro al volume
Volumi: 13 (concluso)

TRAMA

Kita Michiru è orfana, e la sua vita da liceale non è un granchè. Ha problemi con lo studio, e le “amiche” in realtà la sfruttano e la prendono in giro.
Un giorno, improvvisamente, comincia a scorgere un misterioso anello nero al collo di alcune persone… Che cosa saranno? E perchè nessun altro riesce a scorgerli? Inoltre “grazie” a due suoi bellissimi nuovi compagni di scuola, la sua vita cambia… in maniera direi assai radicale.

IMMAGINI clicca per ingrandire

OPERE REALTIVE

Anime
Zombie Loan serie tv

LINK inerenti alla serie

Altre opere delle Peach Pitt presenti sul sito:

RECENSIONI

Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Marichan
Staff
Fidato
9 anni fa

– commento di Dana –

Straordinario come le Peach Pitt riescano a stravolgere il loro modo di disegnare; passando dall’eleganza e la minuzia del tratto esibito in “Rozen maiden”, a quello spigoloso e lineare di “Zombie loan”.

Visi spigolosi, occhi grandi, capelli rigidi e corpi sottili, in un manga d’azione che è tutto bianco e nero.

Latitanti gli sfondi.

La maestria e la versatilità di queste autrici mi stupisce ogni volta che prendo in mano una loro opera.
Qualsiasi argomento trattino, – dalle bambole, agli zombie, alle magie – riescono sempre a coinvolgere il lettore.

I protagonisti, ma anche gli altri comprimari, sono caratterizzati in maniera accurata sia dal punto di vista fisico che psicologico.
Dietro ogni loro movimento e ogni lora frase c’è una profonda cura nel delinearne il carattere.

Anche se all’inizio possa sembrare un manga con una trama non molto originale; secondo me è da provare, almeno il primo numero!

1
0
Lascia una recensione!x