film – MORTAL KOMBAT: DISTRUZIONE TOTALE (Mortal Kombat Annihilation) – di John R. Lionetti

A cura di Wizard09

SCHEDA

Titolo originale: Mortal Kombat Annihilation
Genere: film cinematografico – Azione/Combattimento – Consigliato ad un pubblico maturo o con la supervisione di un adulto.
Paese: USA
Durata: 91 minuti
Anno di uscita: 1997
Tratto: ispirato alla saga di videogames “Mortal Kombat”

Regista: John R. Lionetti
Sceneggiatura: Brent V. Friedman, Bryce Zabel
Produzione: Lawrence Kasanoff

Titolo in Italia: Mortal Kombat Distruzione Totale
Anno di pubblicazione in Italia: Direct to video 1997/1998
Censura nell’edizione italiana: no
Edizione italiana: edito in Dvd, e poi in Bluray, da Cecchi Gori Group

TRAMA

Subito dopo aver sconfitto Shang Tsung in Mortal Kombat: Liu Kang, Johnny Cage, Raiden e Kitana ritornano al Tempio della Luce per festeggiare la vittoria, ma l’imperatore Shao Khan riesce a violare le regole del torneo e invadere la terra che si sta fondendo con l’Outworld portano la morte e la distruzione fra gli esseri umani.
I guerrieri della terra dovranno riunirsi per affrontare questa nuova minaccia.

IMMAGINI clicca per ingrandire

PERSONAGGI

Passiamo ora alla mia tanto amata analisi dei personaggi:
ATTENZIONE SPOILER!

Spoiler title
Liu Kang: Se la tira un casino per aver sconfitto Shang Tsung, ma riesce a fare ben poco contro i suoi nemici tanto da farsi rapire Kitana da sotto il naso, sbeffeggiare da Nightwolf e ingannare da Jade. Rispetto al primo film e al personaggio originale, non vale una cicca.
La sua animality, indispensabile per sconfiggere Khan, è quella di un drago, ma talmente fatto male che se ci fossero stati all’epoca i Dragoni di Megablocs, e li avessero animati con la stop motion animation, sarebbe sicuramente risultato piú reale.

Sonya Blade: Vestita come una esploratrice della giungla, per tutto il film non farà che triturare i maroni ai compagni per la fulminea dipartita di Johnny Cage. Fa molto la comandina e la saccente ma oltre che agitare le gambe non sa fare gran che. Durante il combattimento contro Mileena, finirà nell’unica pozza di fango del deserto e vi si rotolerà dentro con l’avversaria per la gioia di tutti i maschietti. Contro Cyrax eseguirà la sua Fatlity del bacio mortale. Prenderà una manciata di polveri (di natura dubbia e dubito che potessero essere infiammabili) e le soffierà su Cyrax, distante almeno un paio di metri (che polmoni!) facendolo bruciare. Decisamente ridicola.

Johnny Cage: Tenta di salvare Sonya dalle grinfie di Shao Khan all’inizio del film con il suo calcio ombra. Dopo essere stato messo al tappeto con estrema facilità, viene usato come ostaggio per far desistere Raiden, ma il dio del tuono non si piega, in compenso lo farà povero collo di Cage.

Jax Briggs: Classico personaggio tonto e duro di comprendonio, tanto che per buona parte del film si chiederà cosa stia succedendo. Spesso esordisce con battute cretine nei momenti meno opportuni. Viene rimproverato da Sonya e Raiden perché non ha fiducia nella sua forza (ma si son visti loro?! Intanto se Sonya è viva lo deve alle braccia di Jax!) e si è affidato a delle armature robotiche per le braccia che ne aumentano la forza fisica (in originale erano veri e propri arti artificiali). Tutto sommato fa sorridere, soprattutto quando cerca di abbordare Jade.

Raiden: Personaggio inutile e marginale buono solo a far dialettica, indirizzare i suoi protetti e dare consigli. Deciderà di abbandonare il suo ruolo di dio del tuono per lottare contro il male. Si veste da pastorello e si rasa i capelli e appare con piroette dal cielo per aiutare i compagni ma a combattere fa pena; oltre ad aver perso i suoi poteri, é capace unicamente di far vorticare le gambe. Si scoprirà essere il fratello minore di… Shao Khan!!!!! (Non credeteci è un parto malato degli sceneggiatori!)

Kitana: Decisamente marginale il suo ruolo nella faccenda eccetto che per le scene dove bisogna parlare di sentimenti e smancerie varie. Si fa rapire da Scorpion senza fare troppe pieghe e tutto il film o resterà chiusa in gabbia e cercherà di riportare la madre Sindel alla normalità con dialoghi melensi (e qualche pugno), ma otterrà in tutta risposta solo botte. La vedremo pure strappare un bacio anche al suo adorato Liu. In combattimento se la cavicchia meglio di altri, tuttavia la vedremo veramente in azione solo una volta con i suoi mitici ventagli.

Nightwolf: Indiano americano che vive nei deserti il cui compito è aiutare Liu Kang a trovare la sua animality (Notare: le animality non hanno alcun ruolo nella trama e nello svolgersi delle vicende originali, è solo un modo diverso di uccidere l’avversario nel gioco). Come indiano è poco credibile in quanto se avesse avuto la faccia bianca poteva essere scambiato per uno dei Kiss. Fa solo una breve comparsa ma basta per mettere in difficoltà Liu. Scena ridicola quando lo tramortisce colpendolo con un tomahawk per farlo addormentare.

Jade: Appare come una povera ragazza vestita di pelli e intenta a scaldare Liu Kang dal freddo e dalla neve provandoci spudoratamente ma senza molti risultati. Si allea con il gruppo apposta per tradirli in accordo con Sindel (??!!) ma fallisce per via di troppi fattori indefiniti e quindi Khan la punisce facendola mangiare dal suo mostro cannibale che, satollo, rutta con piacere … Notare come Jade qui sia interpretata da una attrice asiatica quando invece i tratti dovrebbero essere mediorientali oppure latinp-americani. Il truccatore le ha ridisegnato delle sopraciglia ridicole! A combattere fa pena.

Sindel: La regina della notte; una dominatrice sadomaso dall’urlo assassino… No, non scherzo, guardate come è vestita, le manca solo la frusta … Viene riportata in vita da Shao Khan per aprire il portale del regno della terra. Diventa generale delle armate di sterminio ma l’unico piano che ordisce con Jade fallisce. Dopo la morte di Shao Khan ritornerà ad essere una donna normale vestita come una dea greca. Sembra le piaccia malmenare la figlia Kitana.
Se non fosse per gli urli e per la chioma assassina in combattimento sarebbe davvero molto scarsa.

Sheeva: Personaggio molto marginale, dice quattro battute e non combatte nemmeno e ha un rapporto conflittuale con Motaro. Tenta di impedire a Liu di liberare Kitana ma finisce stupidamente schiacciata dalla gabbia di metallo dove quest’ultima era imprigionata senza poter fare nulla. Il suo costume è osceno, degno dei peggiori completi latex da sexy shop. Non male peró la realizzazione del personaggio abbastanza fedele all’originale.

Motaro: Chiamato puledro da Jax, è volgare e ambizioso tanto da sbeffeggiare perfino Sindel per il suo piano miseramente fallito con la speranza di prendere il suo posto. Riesce a malmenare Jax e a strappargli via gli inserti cibernetici, ma poi ottiene una risposta abbastanza decisiva dall’ avversario, tanto da finir stramazzato al suolo come un tappetino da bagno, come per dire forza molta resistenza scarsa. Devo dire che è un personaggio ben riuscito esteticamente e abbastanza somigliante all’originale.

Rain: Personaggio patetico e marginale, farà rapporto a Khan della sconfitta di Kabal e Striker, ma verrà punito perché non gli ha fatto implorare di risparmiarli. Con una martellata finirà bruciato in una fossa infuocata.

Ermac: Personaggio patetico e marginale che combatterà contro Sonya nello scontro finale. Dal suo corpo uscirà una gelatina melmosa dal quale nascerà Noon Saibot e insime picchieranno la bionda pulzella. Ma poi grazie all’intervento di Jax verranno entrambe sconfitti.

Scorpion: Attacca Liu Kang e Sub Zero ingaggiando poi un combattimento con quest’ultimo, poi rapisce Kitana e scompare per il resto della pellicola. Osceni i draghi-arpioni.

Sub Zero: Aiuta Liu Kang a combattere contro Smoke scendendo dal cielo come una Super Chicca lanciando raggi glaciali e costruendo un ponte di ghiaccio per far fuggire Liu e Kitana (palesemente finto poiché durante la battaglia con Scorpion si piega sotto i loro passi). Si toglie la maschera e si rivela essere il fratello minore del precedente ninja blu. Dopo un “feroce” e breve combattimento con Scorpion scompare per tutto il resto del film.

Reptile: In questo orrido film ne esistono diversi di Reptile e sono una truppa di ninja invisibili con costume verde. Non valgono una cicca in quanto vendono battuti da Raiden, che riescono a mettere in difficoltà solo per via del numero.

Smoke: Ninja cibernetico programmato da Shao Khan (cosí dice Sub Zero, ma dubito che uno stupido scimmione tutto muscoli come lui possa averlo fatto) per sconfiggere Liu Kang e rapire Kitana. Grazie alla sua abilità di rendersi invisibile da del filo da torcere ma Sub Zero lo congela mentre stava per sparare un missile dal petto, dopo di che esplode. Dato che nel gioco originale quello che utilizzava i missili era Sektor, è probabile che abbiano voluto fondere i due cyber-ninja in un unico delirante personaggio.

Cyrax: Viene mandato a distruggere Jax insieme alle squadre di sterminio. Ingaggia un combattimento con Sonya e quest’ultimo finendo poi per andare in corto circuito e in autocombustione, Sonya poi gli soffierà addosso una polverina improvvisata e prenderà fuoco ma non si consumerà ne esploderà (ridicolo), aspetterà a farlo quando Sonya e Jax cercheranno di esaminare il cadavere.

Mileena: Verrà scambiata per Kitana da Sonya ma è palesemente ovvio che non lo è, (sono anche due attrici diverse) glielo dice con tono di scherno la stessa ninja rosa. Dopo una sexy lotta nel fango viene facilmente sconfitta dalla bionda. Patetica, marginale e inutile.

Commento sui costumi dei ninja: Come per le ninja donne in cui costume è una calzamaglia nera con un bustino di latex blu, rosa e verde, per i maschi si tratta di copertoni colorati su una calzamaglia nera. Orrendi e danno proprio l’idea di finto, come un cosplay a basso costo. Totalmente diversi dai costumi del primo film. Per i ninja cibernetici sembra che abbiano usato invece dei vecchi rottami di auto come corazza.

Baraka: Appare anche lui (insieme ad altri suoi simili), ma è stato realizzato talmente male da chiedersi se non abbiano usato le maschere di carnevale, è palesemente finto con i film horror di serie Z degli anni 70, inoltre si vedeva bene che il costume era imbottito e arrangiato con pressapochismo. Tanto valeva inserirlo nel film.

Le armate di sterminio: In teoria dovevano essere composte da Tarkata (la razza di Baraka) e Centauri (la razza di Motaro), ma sono un manipolo di guerrieri in pantaloni e turbanti neri che continuano a inseguire i nostri eroi ma in definitiva a combattere fanno pena. Ce ne sono altri in armatura fatta con la carta stagnola. Appaiono come meteore dal cielo, peccato solo che non si polverizzino al suolo …

I mostri cannibali: sono dei mostri che non si capisce da dove vengano, sono demoni del Outworld?! Folli esperimenti genetici?! Bho! Shao Khan ne usa uno per far divorare Jade e l’altro viene sconfitto da Jax nel deserto dopo il combattimento contro Mileena. Realizzati malissimo anche questi, assomiglino molto al digimon Skullgreymon, oltre che l’essere completamente inutili.

Gli Dei Anziani: Sim manifestano come uno zampillo d’acqua, un pira fiammeggiante e un piccolo mulinello d’aria realizzati con la peggiore computer grafica. Si limitano ad osservare impassibili quello che succede per fare poi una brevissima comparsa in forma umana.

Shinnok: Un anziano Dio con orecchini che farebbero invidia a Mirko dei Beehive, anelli pacchiani e unghie con smalto nero, ho sempre temuto che si togliesse la toga stile Sith e si mettesse a cantare Free Way. Nel film è il padre di Shao Khan e Raiden (ma non è assolutamente vero, come il rapprto di parentela fra i suoi due pseudo figli!) che tesse le sue ordite trame sfruttando quello stupido di suo figlio Khan per conquistare la terra. Ruolo marginale e insignificante, oltretutto doveva apparire in Mortal Kombat 4.

Shao Khan: Urca, ora veniamo al piatto forte. Shao Khan in questo film è quanto di piú stupido e inutilmente crudele possa essere stato ideato. Innanzitutto è vestito come un cattivo di Xena o Hercules e combatte pure uguale. La maschera di teschio è come quelle che trovi a carnevale, di quella plastica e sottile e molle. L’elmo (che in originale era stile samurai) sembra un turbante stile Lowrence D’Arabia con il diadema che sembra quello del Daitarn 3 con il quale fa l’attacco dell’energia solare. Il volto originale di Khan era simil draghesco ma qui ci troviamo di fronte a un attore che sembra il fratello mentalmente debile di Vin Diesel. Infatti è un gigante dallo sguardo non molto sveglio la cui reggia è un castello avvolto nelle tenebre e nelle tempeste. Ama circondarsi di generali (Sheeva, Motaro) che ringhiano urlano e fanno facce cretine, insomma un manicomio (Mi ricorda Skeletor dei Masters!). È il classico dittatore megalomane stupido che ama dare sfoggio della sua cattiveria gratuita e stupida, piú che far paura fa ridere. Anche lui possiede una animality, una specie di Idra verminosa e indefinibile anche questa realizzata con pessima cura.

CAST

Liu Kang: Robin Shou
Kitana: Talisa Soto
Raiden: James Remar
Johnny Cage: Chris Conrad
Sonya Blade: Sandra Hess
Jax Briggs: Lynn Williams
Sheeva: Marijean Holden
Motaro: Deron McBee
Sindel: Musetta Vander
Rain: Tyrone Wiggins
Ermac: John Medlen
Nightwolf: Litefoot
Jade: Irina Pantaeva
Scorpion/Cyrax/Noob Saibot: J.J. Perry
Sub Zero: Cooke Hirabayashi
Smoke: Ridley Tsui Op Wah
Mileena: Dana Hee
Shinnok: Reiner Shoene
Dio dell’acqua: Caroline Seymour
Dio del fuoco: Lance LeGault
Shao Khan: Brian Thompson

OPERE RELATIVE

Videogames:
serie principale
Mortal Kombat
Mortal Kombat 2
Mortal Kombat 3
Mortal Kombat 3 Ultimate
Mortal Kombat IV
Mortal Kombat Gold
Mortal Kombat: Deadly Alliance
Mortal Kombat: Deception
Mortal Kombat: Armageddon
Mortal Kombat IX
Mortal Kombat X
– Mortal Kombat XI
altri titoli
Mortal Kombat Trilogy
Mortal Kombat VS DC Universe
Mortal Kombat Shaolin Monks
– Mortal Kombat: Tournament Edition
– Mortal Kombat: Unchained
– Mortal Kombat Mythologies: Sub-Zero
– Mortal Kombat: Special Forces

Film relativi:
– Mortal Kombat – film – prequel
– Mortal Kombat Devastation – film – sequel

LINK inerenti alla serie

Materiale su “Mortal Kombat” presente sul sito:

RECENSIONI

– Hai visto questa opera e vuoi recensirla, consigliarla o sconsigliarla agli altri utenti del sito? Basta solo che scrivi un Commento qua sotto! – Oppure leggi i Pareri all’opera dati dagli altri visitatori del sito, sempre qua sotto! – Puoi anche discuterne sul nostro Forum.

Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Wizard09
Wizard09
24/06/2012 21:00

Dopo aver visto il primo film e esserne stato piacevolmente sorpreso visto e considerato che la trama era piuttosto fedele al gioco e soprattutto i combattimenti come le scene d’azione erano di buona qualità; quando invece ho visto questo film non sapevo se ridere o piangere.
La trama è un condensato di avvenimenti che raccolgono le vicende di Mortal Kombat 2 e Ultimate. Gli eventi si svolgono a ritmo turbinoso e molti personaggi fanno solo una breve apparizione anche quelli la cui storia è strettamente legata alla trama principale come ad esempio Scorpion e Sub-Zero oppure sono stati completamente dimenticati nonostante la loro rilevanza come Kung Lao.
A parte Robin Shou e Talisa Soto tutto il cast è stato completamente rinnovato e sinceramente questo è uno dei punti a sfavore in quanto i personaggi sono decisamente molto meno caratteristici dei precedenti. I combattimenti sono ridicoli; una via di mezzo fra dei balletti hip hop e risse da bar con delle coreografie al limite dell’assurdo. Ad esempio vediamo Sonya fare un calcio giravolta e il nemico si abbassa per schivarlo, poi il nemico si alza e fa un calcio giravolta e stavolta Sonia si abbassa per fare una spazzata e il nemico salta… In pratica tanto vorticare di gambe e pugni ma ben poca sostanza, sembrano spudoratamente copiate dai Power Rangers, come anche la famosa entrata con salto mortale o i dialoghi conditi con movimenti di arti marziali.
Gli effetti speciali sono di scarsa qualità se si pensa al primo film, che oltre a essere stra abusati sono stati usati per introdurre alcune tecniche speciali di alcuni personaggi (come il calcio ombra di Cage, ma quando l’ha imparato?! Non l’ha mai usato nel primo film!) con l’effetto di renderle ridicole e pacchiane. Non parliamo poi dei mostri cannibali e le animality rigorosamente in pessima computer grafica.
Ben 22 personaggi con una storia non ben definita alle spalle infilati a casaccio senza nessuna logica, oltretutto alcuni importanti come Scorpion, Sub Zero, Mileena, ecc.. utilizzati come semplici cammei mentre altri come Kung Lao, Kintaro, Sektor, ecc.. sono stati completamente dimenticati!!!
Ma io mi chiedo che senso aveva condensare tutti questi guerrieri in un unico film per poi farli apparire e scomparire senza una logica spiegazione in una trama che di senso non ha assolutamente nulla! Nulla! Combattimenti penosi e surreali, personaggi indefiniti e sciatti o parodie di se stessi e costumi degni dei peggiori cosplay. Rispetto al primo film viene da pensare che questa pellicola sia stata realizzata per dei ragazzini, piuttosto che per degli adulti. Difatti, sembra di vedere una serie tv per adolescenti, tutt’altra cosa rispetto al film di Paul Anderson. Il mio consiglio è quindi; Guardatelo solo se avete voglia di farvi venti risate, altrimenti usate i vostri soldi per comprarvi il videogioco e avrete sicuramente piú soddisfazione. A titolo informativo, questo obrobrio esiste anche il Blue ray!

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca prima su "maggiori informazioni" e poi su "Accetto" se desideri continuare MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni vedi Privacy Policy

Chiudi